Google+

Bonanni e Angeletti: «La scelta di Fiat non è una minaccia per i lavoratori»

novembre 23, 2011 Massimo Giardina

Il segretario della Cisl Raffaele Bonanni e quello della Uil Luigi Angeletti intervengono a Radio Tempi e commentano la scelta di Fiat di recedere «da tutti i contratti collettivi aziendali e territoriali»

Cisl e Uil non si scandalizzano per la disdetta degli accordi vigenti comunicata da Fiat con effetto dal gennaio 2012. Luigi Angeletti (Uil) e Raffaele Bonanni (Cisl), intervistati da Radio Tempi, non comprendono l’atteggiamento della Fiom che ha proclamato degli scioperi nell’immediato futuro a seguito della decisione adottata dai vertici del Lingotto. «La scelta di Fiat non è una minaccia per i lavoratori» replica Bonanni. «Come al solito, da alcuni emergono delle ragioni ideologiche che nulla hanno a che fare con le esigenze proprie dei lavoratori». Gli fa eco Angeletti: «La Fiom pretende di violare lo spirito della Costituzione e la sostanza dello Statuto dei lavoratori, per cui non ci possono essere situazioni di vantaggio per i sindacati. La Fiom pretende che valgano solo i diritti e non gli impegni assunti dalle altre sigle sindacali. Così però si violerebbe il principio costituzionale della parità».

Il segretario della Cisl rileva che Fiat «da quando ha deciso di uscire da Confindustria non ha più vincoli». È libera quindi di stipulare un contratto con i propri lavoratori senza doversi attenere a quello nazionale, che vede come intermediario Confindustria. «Non è il primo caso in cui si apre una contrattazione sindacale per una singola azienda: è successo anche con Poste o Enel, per citare qualche esempio». Per Angeletti la mossa di Marchionne «non è una sorpresa, noi lo avevamo già detto più di un mese fa. Fiat, avendo lasciato Confindustria, non ha più nessun obbligo nei confronti del contratto dei metalmeccanici. A questo punto i nostri riferimenti per il futuro saranno i contratti stipulati per Pomigliano e Mirafiori».

Ascolta l’intervista a Luigi Angeletti (Uil)
[podcast pid=103/]

Un altro punto che accomuna i segretari di Cisl e Uil riguarda il futuro: entrambi giudicano le organizzazioni centralizzate del ventesimo secolo obsolete e ritengono che sia giunto il momento di riformare il diritto del lavoro. Per Angeletti «bisogna fronteggiare un mondo diverso. L’azione sindacale deve essere sempre di più spostata verso il territorio, verso le imprese. L’azione del sindacato non è quella mediazione politica di appelli sistematici ai governi, come si vede ogni giorno sui media, ma dev’essere un’azione sindacale che agisce sul territorio. I sindacati centrali e Confindustria non sono coincidenti con la realtà».

Sulla stessa linea, il segretario della Cisl Bonanni afferma che «un sindacalismo burocratico, fatto funzionare solo dal centro, non serve bene la causa dei lavoratori. Il sindacalismo è costituito dal protagonismo dei delegati nel posto di lavoro: il luogo decisivo è l’azienda». «Si deve riformare»: così conclude Angeletti, che insieme a Bonanni auspica un dialogo con il governo Monti per contribuire ad un serio dialogo nel tavolo delle riforme. «Le leggi sono un prodotto degli uomini e quindi per definizione sono perfettibili».  
Twitter: @giardser

Ascolta l’intervista a Raffaele Bonanni (Cisl)
[podcast pid=100/]

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. paolo delfini scrive:

    SONO D’ACCORDISSIMO SULLA MODERAZIONE DA PARTE DI CISL E UIL, MA STIAMO ATTENTI A NON SANTIFICARE LA ATTUALE DIRIGENZA FIAT,ANCHE DA PARTE DI ESSA SERVE MAGGIORE AMOR PATRIO, SENZA VOLER ESSERE RETORICO

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana