Google+

Boko Haram sequestra un centinaio tra donne e bambini in Camerun

agosto 5, 2015 Redazione

I miliziani jihadisti si sono attivati all’alba, hanno ucciso diverse persone e incendiato numerose abitazioni, prima di fuggire indisturbati con gli ostaggi

nigeria-boko-haram-baga

tratto dall’Osservatore Romano – Almeno nove persone sono state uccise e circa un centinaio, donne e bambini, sono state sequestrate dai miliziani del gruppo jihadista nigeriano Boko Haram durante un’incursione compiuta ieri nel villaggio camerunense di Tchakarmari, nella regione del Far North, al confine con lo Stato nordorientale del Borno, dove Boko Haram ha le sue basi principali. Abitanti di Tchakarmari citati dalla stampa locale hanno riferito che i miliziani jihadisti si sono attivati all’alba, hanno ucciso diverse persone e incendiato numerose abitazioni, prima di fuggire indisturbati con gli ostaggi.

Proprio ieri, le autorità camerunensi avevano resto noto di aver espulso più di tremila nigeriani appunto nell’ambito della lotta contro Boko Haram. Si tratta di uomini, donne e bambini trasferiti nel villaggio nigeriano di Sahuda, non lontano dal confine. Chi si era dichiarato rifugiato, ma non era rimasto nei campi profughi è stato espulso, ha dichiarato Midjiyawa Bakary, governatore proprio del Far North, riferendo inoltre dell’arresto di centinaia di camerunensi e nigeriani accusati di collaborare con i miliziani jihadisti.

Il Camerun è uno dei Paesi, insieme con Ciad e Niger — oltre al Benin che si appresta a farlo — che fornisce truppe alla missione africana inviata dall’inizio dell’anno in Nigeria per affiancare le forze locali nella lotta contro Boko Haram. Il gruppo jihadista, responsabile da oltre cinque anni a questa parte di sistematiche stragi in Nigeria con attacchi armati e attentati terroristici, da tempo ha preso di mira anche i Paesi confinanti, a partire proprio dal Camerun.

Nelle ultime settimane, le forze africane, poste nei giorni scorsi sotto il comando del generale nigeriano Iliya Abbah, hanno rivendicato reiterati successi contro il gruppo jihadista e la liberazione di centinaia di donne e bambini che teneva in ostaggio, in qualche caso da oltre un anno. Nonostante ciò, Boko Haram dimostra di mantenere intatta la sua capacità di colpire, in Nigeria e oltre confine, come è avvenuto ancora questa settimana con l’incursione appunto a Tchakarmari e in precedenza con una nella località di Malari, nel Borno, costata la vita a diversi abitanti, da sette a tredici, a seconda delle fonti. In quel caso, testimoni avevano riferito che i miliziani jihadisti avevano accusato gli abitanti di aver rivelato ai soldati dove sono le loro basi.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Sebastiano says:

    Pare che a Gaza si svolgerà una grande manifestazione di solidarietà, organizzata da Hamas e alla quale parteciperà volontariamente come sempre il 100% degli abitanti.
    Solidarietà in favore di Boko Haram, s’intende.
    Il troll-cannone invece esprimerà il suo disappunto perché è noto che Boko Haram è una succursale del Mossad

    • Raider says:

      Non solo, caro Sebastiano: ma anche Hamas, Abu Mazen, Anp, Lega Mondiale Islamica, l’ayatollah Khomeini, per vent’anni esule nella decadente e zozza Francia di Charlie Hebdo sotto protezione della Sureté, sauditi, giordani, (e Hitler: di volta in volta, benemerito dell’anti-semitismo e contemporaneamente, ebreo pure lui!): sono tutti servi del Mossad.
      ome tutti i complottisti, filo-islamici in testa, lo sono della paranoia.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.

Dettagli scuri e connettività Android Auto ed Apple CarPlay per la piccola del Leone un po' speciale

L'articolo Peugeot 208 Black Line, edizione limitata in salsa dark proviene da RED Live.