Google+

Boko Haram sequestra un centinaio tra donne e bambini in Camerun

agosto 5, 2015 Redazione

I miliziani jihadisti si sono attivati all’alba, hanno ucciso diverse persone e incendiato numerose abitazioni, prima di fuggire indisturbati con gli ostaggi

nigeria-boko-haram-baga

tratto dall’Osservatore Romano – Almeno nove persone sono state uccise e circa un centinaio, donne e bambini, sono state sequestrate dai miliziani del gruppo jihadista nigeriano Boko Haram durante un’incursione compiuta ieri nel villaggio camerunense di Tchakarmari, nella regione del Far North, al confine con lo Stato nordorientale del Borno, dove Boko Haram ha le sue basi principali. Abitanti di Tchakarmari citati dalla stampa locale hanno riferito che i miliziani jihadisti si sono attivati all’alba, hanno ucciso diverse persone e incendiato numerose abitazioni, prima di fuggire indisturbati con gli ostaggi.

Proprio ieri, le autorità camerunensi avevano resto noto di aver espulso più di tremila nigeriani appunto nell’ambito della lotta contro Boko Haram. Si tratta di uomini, donne e bambini trasferiti nel villaggio nigeriano di Sahuda, non lontano dal confine. Chi si era dichiarato rifugiato, ma non era rimasto nei campi profughi è stato espulso, ha dichiarato Midjiyawa Bakary, governatore proprio del Far North, riferendo inoltre dell’arresto di centinaia di camerunensi e nigeriani accusati di collaborare con i miliziani jihadisti.

Il Camerun è uno dei Paesi, insieme con Ciad e Niger — oltre al Benin che si appresta a farlo — che fornisce truppe alla missione africana inviata dall’inizio dell’anno in Nigeria per affiancare le forze locali nella lotta contro Boko Haram. Il gruppo jihadista, responsabile da oltre cinque anni a questa parte di sistematiche stragi in Nigeria con attacchi armati e attentati terroristici, da tempo ha preso di mira anche i Paesi confinanti, a partire proprio dal Camerun.

Nelle ultime settimane, le forze africane, poste nei giorni scorsi sotto il comando del generale nigeriano Iliya Abbah, hanno rivendicato reiterati successi contro il gruppo jihadista e la liberazione di centinaia di donne e bambini che teneva in ostaggio, in qualche caso da oltre un anno. Nonostante ciò, Boko Haram dimostra di mantenere intatta la sua capacità di colpire, in Nigeria e oltre confine, come è avvenuto ancora questa settimana con l’incursione appunto a Tchakarmari e in precedenza con una nella località di Malari, nel Borno, costata la vita a diversi abitanti, da sette a tredici, a seconda delle fonti. In quel caso, testimoni avevano riferito che i miliziani jihadisti avevano accusato gli abitanti di aver rivelato ai soldati dove sono le loro basi.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Sebastiano says:

    Pare che a Gaza si svolgerà una grande manifestazione di solidarietà, organizzata da Hamas e alla quale parteciperà volontariamente come sempre il 100% degli abitanti.
    Solidarietà in favore di Boko Haram, s’intende.
    Il troll-cannone invece esprimerà il suo disappunto perché è noto che Boko Haram è una succursale del Mossad

    • Raider says:

      Non solo, caro Sebastiano: ma anche Hamas, Abu Mazen, Anp, Lega Mondiale Islamica, l’ayatollah Khomeini, per vent’anni esule nella decadente e zozza Francia di Charlie Hebdo sotto protezione della Sureté, sauditi, giordani, (e Hitler: di volta in volta, benemerito dell’anti-semitismo e contemporaneamente, ebreo pure lui!): sono tutti servi del Mossad.
      ome tutti i complottisti, filo-islamici in testa, lo sono della paranoia.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download