Google+
The East is read
The East is read
Cosa succede quando il capitalismo si fonde con il comunismo? La Cina tra politica, economia, dissidenti e perseguitati

I messaggi del blog The East is read

The East is read
È da gennaio che i media parlano, in modo più o meno entusiasta, del riavvicinamento tra Vaticano e Cina. Perché «le prospettive siano giudicate tanto promettenti dalla parte del Vaticano» e di alcuni giornalisti ancora non si sa. Ma un cardinale come Joseph Zen Ze-kiun, arcivescovo...
The East is read - Leone Grotti 13 maggio, 2015
The East is read
Non accenna a fermarsi la campagna di demolizione e rimozione delle croci delle chiese nella provincia cinese di Zhejiang. Il partito comunista perseguita le chiese cattoliche e protestanti, ufficiali e non registrate, attraverso la campagna «Tre rettifiche e una demolizione», grazie alla quale ha distrutto in un...
The East is read - Leone Grotti 9 maggio, 2015
The East is read
In Corea del Nord è stata pubblicata la guida al Manuale sugli atti rivoluzionari del rispettabile leader Kim Jong-un (copertina in basso). Si tratta di un libro che ha il compito di spiegare agli insegnanti, a partire dall’asilo, come condurre lezioni di ideologia in Corea del Nord...
The East is read - Leone Grotti 24 aprile, 2015
The East is read
Xi’an, 1967. Questa foto parla da sola, mostrando la gogna pubblica a cui erano condannati durante la Rivoluzione Culturale i “colpevoli” (responsabili politici, amministrativi, economici, intellettuali) di una Cina che usciva disastrata dalla follia del Grande balzo in avanti, con la sua scia di milioni...
The East is read - Leone Grotti 13 marzo, 2015
The East is read
Ha catturato l’attenzione di tutto il mondo. E non a caso. Il documentario Sotto la cupola, “Under the Dome”, è stato visto e scaricato in Cina oltre 100 milioni di volte in meno di 24 ore. Un successo strepitoso e inaspettato, soprattutto se si considera che il tema...
The East is read - Leone Grotti 4 marzo, 2015
The East is read
Sembra una barzelletta, ma non è così. L’amministrazione cinese del cyberspazio – quella incaricata dal governo di controllare internet e, soprattutto, di applicare la rigidissima censura verso ogni contenuto che potrebbe anche solo sembrare una critica al partito comunista – ha commissionato a pezzi da novanta della musica cinese di...
The East is read - Leone Grotti 21 febbraio, 2015
The East is read
«Fate in modo che crescano cascate di frutta e che il loro dolce aroma impregni l’aria intorno al mare di meli ai piedi del passo Chol!». Questo è solo uno dei 310 nuovi slogan che il governo comunista della Corea del Nord ha diffuso per onorare il 70esimo...
The East is read - Leone Grotti 13 febbraio, 2015
The East is read
L’ateismo è sempre stato uno dei requisiti per entrare a far parte del Partito comunista in Cina. Marxismo e culto della personalità del leader di turno sono sempre state le uniche religioni ammesse dalle parti di Pechino. Da molti anni però l’adesione a una religione...
The East is read - Leone Grotti 7 febbraio, 2015
The East is read
View image | gettyimages.com Papa Francesco ha teso una mano cordiale al partito comunista cinese e il partito l’ha respinta ancora una volta. Dopo i viaggi in Corea del Sud, Sri Lanka e Filippine, i giornali hanno scritto in maniera entusiasta di un possibile disgelo tra il Dragone...
The East is read - Leone Grotti 28 gennaio, 2015
The East is read
Nell’anno in cui il partito comunista ha abbattuto circa 1000 croci e demolito decine di chiese in Cina, soprattutto nella provincia orientale di Zhejiang, anche il Natale non è stato facile per molti cristiani. «RESISTERE». Mentre nelle chiese ufficiali di Pechino Wang Zuoan, responsabile del dipartimento Affari religiosi,...
The East is read - Leone Grotti 30 dicembre, 2014
Pagine:12345...18»

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sfida a suon di bicilindrici, diversi da sempre per schema motoristico e filosofia. L’irrinunciabile "L" della scuola nostrana senza compromessi di Ducati, con la Monster 1200 S, contro l'inconfondibile classe del boxer BMW R 1200 R. Un tempo erano molto lontane, ma ora qualcosa è cambiato e nel mirino delle due rivali potrebbe esserci lo stesso cliente…

Per una “falla” nel sistema di sicurezza dell’ufficio brevetti australiano, sono stati svelati i disegni della prima SUV della storia del Tridente. Debutterà nel 2016.

Destinata ai Paesi emergenti, l’utilitaria francese abbina un’altezza da terra e una linea da SUV a dotazioni di pregio e un prezzo da discount. Arriverà in Europa con il marchio Dacia?

Fuori dal coro il video realizzato da Ford per promuovere la sua B-Max: legato a una campagna che coinvolge le mamme, chiamate a descrivere l’arrivo di una nuova vita

Sviluppato e realizzato in Giappone, il nuovo casco modulare firmato Kabuto è un concentrato di brillanti soluzioni sviluppate in galleria del vento

Speciale Nuovo San Gerardo