Google+

«Watson, cretino!»

maggio 29, 2015 Redazione

sherlock-holmes-shutterstock_182367878«Poca osservazione e molto ragionamento conducono all’errore. Molta osservazione e poco ragionamento conducono alla verità».
Alexis Carrel, Riflessioni sulla condotta della vita

Sherlock Holmes e il Dr. Watson vanno in campeggio. Dopo una buona cena ed una bottiglia di vino, entrano in tenda e si mettono a dormire. Alcune ore dopo Holmes si sveglia e con il gomito sveglia il suo fedele amico:
– Watson, guarda il cielo e dimmi cosa vedi!
Watson replica:
– Vedo milioni di stelle…
Holmes:
– E ciò, cosa ti induce a pensare?
Watson pensa per qualche minuto:
– Dal punto di vista astronomico, ciò mi dice che ci sono milioni di galassie e, potenzialmente, miliardi di pianeti. Dal punto di vista astrologico, osservo che Saturno è nella costellazione del Leone. Dal punto di vista temporale, deduco che sono circa le 3 e un quarto. Dal punto di vista teologico, posso vedere che Dio è potenza e noi siamo solo degli esseri piccoli ed insignificanti. Dal punto di vista meteorologico, presumo domani sarà una bella giornata. Invece tu cosa ne deduci?
– Watson, cretino!, qualcuno si è fregato la tenda!

Foto Sherlock Holmes da Shutterstock


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

4 Commenti

  1. ftax scrive:

    Scorretta da parte di Holmes la prima domanda.
    Chiedere a Watson di guardare il cielo riduce prematuramente il campo di indagine e induce all’errore di prospettiva: non chiedersi PERCHE’ riuscivano a vedere il cielo.
    Holmes avrebbe dovuto chiedere invece: “guarda in alto e dimmi cosa vedi”.

  2. guarda in alto e dimmi cosa vedi scrive:

    Ecco perchè adoro gli
    americani, loro sono proprio cosi’ sono molti attenti e si fanno pochissime ….. mentali!
    io sono fissata, ma per ora non ho conosciuto nessuno piu’ vicino all’altor mondo di quanto lo siano queste splendide, incantevoli creature.

    • Q.B. scrive:

      Sherlock Holmes è una creazione letteraria britannica e Alexis Carrol era francese.
      Dove li hai visti gli americani?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana