Google+

«Vi prego, vi prego, vi prego»

aprile 29, 2015 Redazione

mare-nostrum-marina-lampedusa-migranti-barconi9Oggi il Corriere della Sera racconta la storia di una bambina di 11 anni unica superstite di un naufragio avvenuto a metà aprile nel Mediterraneo. La piccola era partita dal Gambia assieme ai genitori, il fratellino e la sorella poco più grande di lei. È stato proprio quest’ultima a salvarle la vita: «L’ha spinta in su, l’ha tenuta a galla come ha potuto, con la forza della disperazione, e le sue braccia hanno smesso di muoversi proprio quando la nave Orione si avvicinava – racconta il Corriere -. Mentre annegava forse ha capito che sua sorella era salva, che lei non stava morendo invano». A parte lei, tutti i suoi familiari sono morti.

 La bambina ora si trova in una casa di accoglienza per minori gestita dal Servizio immigrazione della Comunità Papa Giovanni XXIII a Reggio Calabria. Qui ha raccontato la sua vicenda, spiegando che mentre la mamma, il papà e il fratello si trovavano nella stiva con altre 400 persone, lei e la sorella – avendo pagato di più – avevano dei posti “riservati” in alto al barcone. Durante il viaggio quelli che stavano nella stiva hanno iniziato ad agitarsi, cercando un po’ d’aria. La barca si è sbilanciata e si è rovesciata. Gli uomini della Marina militare hanno salvato 144 persone e contato 9 morti. Ma quanti altri hanno perso la vita?

La bambina ha scritto una lettera, indirizzata ai suoi «fratelli» africani. Ecco il testo:

«Ho attraversato il mare per venire in Italia, molte persone sono morte, i miei migliori amici, mia sorella e mio fratello sono morti tra le onde per venire in Italia… Per favore, lo dico alle persone che stanno per venire in questo posto chiamato Italia… il mare è molto molto pericoloso. Vi prego, fratelli e sorelle, basta arrivare in questo modo. Vi prego, vi prego, vi prego… vi dico questo perché so cosa ho visto».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana