Google+

Urs Fischer al Palazzo Grassi di Venezia

aprile 13, 2012 Mariapia Bruno

Protagonista della nuova mostra al Palazzo Grassi di Venezia è Urs Fischer, uno dei più grandi scultori della nostra epoca. È un personaggio visionario che ama giocare con oggetti di uso quotidiano che rappresentano la sua materia prima. Li modella e ne trasforma il senso grazie alla scelta di tecniche espressive e materiali differenti: crea un mondo in bilico tra il logico e l’illogico, dove realtà e illusione, eternità e fugacità, giocosità e profondità si tendono la mano e ci lasciano perplessi, come avviene, ad esempio, osservando gli oggetti domestici dell’opera In Dubio Pro Reo (2007), decostruiti e decontestualizzati.

Ma è la prima installazione, Madame Fisscher, da cui l’appuntamento veneziano prende il nome, a sortire una vera e propria emozione. Il gioco di parole qui presente – che può riferirsi all’artista, alla sua compagna o a sua madre, ma può anche essere un’allusione a Madame Tussaud e al museo delle cere – racchiude l’intera poetica della retrospettiva. Varcata la soglia di ingresso eccoci rimbalzati nella riproduzione dello studio londinese dell’artista dove i muri e gli arredi diventano delle vere e proprie sculture. Da lì a poco si parte alla scoperta di un universo che stupisce e disorienta dove tutto quello che un momento prima ci appare familiare, un momento dopo è inevitabilmente sconosciuto. Dal 15 aprile al 15 luglio 2012.
 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana