Google+

«Un uomo che non piange, non potrà mai fare grandi cose». Dieci anni fa moriva Gianni Agnelli

gennaio 24, 2013 Pino Suriano

Un giorno disse: «Un uomo che non piange, non potrà mai fare grandi cose». E lui, di cose grandi, ne ha fatte. Certo, si potrà discutere se siano state giuste, morali e filantropiche, ma di sicuro sono state grandi.

Di uno così, semmai, si potrebbe credere che non abbia pianto. Molti lo credono dei ricchi. Lui, poi, non era un ricco tra i tanti, ma il Ricco d’Italia. Il simbolo, per molti, della fortuna nella vita. Certo che sì. A 14 anni, mentre sei tranquillo a goderti una beata e ricca adolescenza, ti annunciano che tuo padre è morto in un incidente aereo. Dieci anni dopo accade lo stesso a tua madre, che muore in un altro incidente quando di anni ne hai 24. Quando poi ne hai quasi ottanta, e credi di aver già provato ogni dolore, vengono a dirti che tuo figlio di 46 anni (figlio eh?!) ha deciso di buttarsi giù da un viadotto autostradale. Con tutti quei soldi e quel potere.

Certo che ha pianto anche lui. In mezzo a tutto questo, anni di amore per ciò che era suo, con una capacità di passione fuori dal comune. E anche, pare, una straordinaria vena estetica, un genio nel selezionare le cose, coccolarle, amarle. Come le sue auto, o i suoi campioncini Platini e Del Piero. Suoi, nel bene e nel male, perché sia ama veramente solo nel bene e nel male.

Un giorno disse anche: «La Juve è per me l’amore di una vita intera, motivo di gioia e orgoglio, ma anche di delusione e frustrazione, comunque emozioni forti, come può dare una vera e infinita storia d’amore». Le parole delusione e frustrazione non erano solo parole. Erano anche vita. Tutta quella frase, oltre che della sua Juve, parlava della sua vita. Tra tante contraddizioni, comunque un eroe. Eroe della grandezza e del dolore. Il 24 gennaio di dieci anni fa, Gianni Agnelli lasciava la sua e nostra Italia.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.

Al debutto l'EAT6 con il BlueHDi da 120 cv, già in regola con la normativa Euro 6.2.

L'articolo Citroën C3 Aircross, il cambio automatico arriva anche sulla Diesel proviene da RED Live.