Google+

Un quadernetto di ricette anonimo diventa lo spunto per un libro di arte e cucina

settembre 5, 2013 Mariapia Bruno

“6 oeufs, 300 gr. beurre, 400 gr. sucre, 400 gr. farine + 2 cuilleree du thé Baking Powder, 2 tasse raisins sec + fruits sec” (6 uova, 300 gr. di burro, 400 gr. di zucchero, 400 gr. di farina + 2 cucchiai di lievito in polvere, 2 tazze di uva passa + frutta secca). Appuntate in francese e in arabo con una penna dall’inchiostro azzurro e inserite in un quadernetto dalla corpertina rigida e scura, le ricette di una anonima massaia, probabilmente dell’area mediorientale del Libano, sono diventate il fulcro di Cake. La cultura del dessert tra tradizione Araba e Occidente, un libro di arte e cucina a sostegno di Bait al Karama (Casa della Dignità), la prima scuola internazionale di cucina Palestinese che ha l’obiettivo di creare posti di lavoro per le donne che vivono nella Città Vecchia di Nablus. E’ stata Manuela de Leonardis a scoprire, in un “charity shop” di Kensington High Street a Londra, nel maggio 2012, questo piccolo tesoro di oltre sessanta ricette di dessert, molte delle quali associate a nomi femminili, probabilmente mamme, sorelle, cugine e amiche che con generosità hanno condiviso le loro specialità dolciarie: Gateau chocolat Rose, Biscuit Ely, Croissant, Biscuit Linda, Sfouf Souad (tipico libanese), Tarte Laurice, Gateau Tania, Tarte Hélène, Petits-fours Mary Karkalla.

Un vero colpo di fortuna che vorrebbero avere tutti gli appassionati di cucina, da cui è nata l’idea di un libro che ha coinvolto diciannove artisti – Hassan Al-Meer, Paolo Angelo- santo, Yto Barrada, Beatrice Catanzaro, Maimuna Feroze-Nana, Parastou Forouhar, Maïmouna Pa- trizia Guerresi, Susan Harbage Page, Reiko Hira- matsu, Uttam Kumar Karmaker, Silvia Levenson, Loredana Longo, MAD_Angela Ferrara e Dino Lorusso, Şükran Moral, Ketna Patel, Pushpamala N, Anton Roca, Jack Sal, Larissa Sansour – che con le loro opere hanno creato una sorta di intercultura tra gusto, tradizioni, sapori e creatività contemporanea. Il libro verrà presentato a Bologna, nella Sala Del Capitano del Palazzo Re Enzo, il prossimo 21 settembre, durante Artelibro Festival del Libro d’Arte. La sessa sede ospiterà anche, dal 20 al 22 settembre una serie di performance di alcuni degli artisti protagonisti. Chi è interessato potrà acquistare il libro o al Palazzo Re Enzo nei giorni indicati, o presso i punti vendita postcart (www.postcart.com), o online visitando il sito http://www.postcart.com/libri-dettaglio.php?id=97&c=.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana