Google+

Un anno fa la cacciata dei cristiani da Mosul. Sako: «L’America ha il dovere morale di intervenire»

luglio 22, 2015 Redazione

È passato un anno da quando i terroristi dello Stato islamico si sono appropriati dei beni dei cristiani e li hanno cacciati da Mosul, la seconda città più importante dell’Iraq. Il 16 luglio 2014 hanno cominciato a marchiare le loro case con la lettera “N” per Nazareno e poi li hanno minacciati con un ultimatum: entro il 20 luglio, o vi convertite all’islam o pagate la tassa di sottomissione o ve ne andate. «Altrimenti l’unica opzione resta la spada».

Decine di migliaia di cristiani sono stati costretti nei giorni successivi a rifugiarsi a Erbil, in Kurdistan. A un anno da quei tragici eventi, il patriarca dei caldei, Mar Louis Raphael I Sako, ha dichiarato alla sezione francese di Radio Vaticana:

«Il governo iracheno ci ascolta ma è incapace di controllare tutta la città. Non ci sono altre soluzioni al di fuori di un intervento armato terrestre. Mentre lo Stato islamico diventa sempre più potente, l’Occidente resta indifferente. Rappresentano un rischio globale per il mondo intero. L’Iraq è incapace di cacciare Daesh (Isis) e gli americani, che hanno cambiato il regime in Iraq e provocato l’anarchia, ora hanno il dovere morale di intervenire e porre fine a Daesh. (…) La Francia ha promesso di fare qualcosa, ma da sola non può intervenire: serve una coalizione internazionale con il mandato dell’Onu».

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Come uno scultore affina le proprie opere, così MINI dedica una serie di aggiornamenti ai modelli in gamma, concentrati principalmente sull’ampliamento delle dotazioni, delle combinazioni di colori e dell’offerta di motori. Protagonista principale è la crossover Countryman, ma beneficiano di una ventata di novità anche la hatchback e la Clubman. Le vetture in configurazione 2017 […]

L'articolo MINI model year 2017: una ventata di novità proviene da RED Live.

Ti guarda attraverso il finestrino semi abbassato, sorridendo sornione. Stringe tra le mani il volante di una Classe E (serie W211) del 2007 e, con malcelato orgoglio, ti dice che lui, con quell’auto, ha percorso 500.000 km limitandosi alla manutenzione ordinaria. Poi, quando scatta il verde, saluta con la manina e ti lascia lì, impietrito. […]

L'articolo Long run Mercedes-Benz E220d proviene da RED Live.

Continua l’offensiva Skoda nel segmento delle SUV. Dopo la Kodiaq, ecco debuttare in veste definitiva la Karoq, erede della conosciuta Yeti. Quest’ultima, sul mercato dal 2009, esce definitivamente di scena, cedendo il passo a una moderna, ma esteticamente più convenzionale, crossover dalle dimensioni compatte. 32 cm più corta della Kodiaq La nuova Karoq, “gemella diversa” […]

L'articolo Skoda Karoq: profumo di Tiguan proviene da RED Live.

Per presentare la nuova Volkswagen UP! GTI non poteva esserci occasione più adatta del Wörthersee 2017, il più grande raduno tuning dedicato alle vetture del Gruppo VW. Anche se, in realtà, come accaduto in passato alla “sorella maggiore” Golf GTI Clubsport, a debuttare non sarà la vettura in versione definitiva, bensì una concept che si […]

L'articolo Volkswagen UP! GTI: la piccola si è arrabbiata proviene da RED Live.

Si chiama Argo ed è la nuova cinque porte Fiat per il mercato brasiliano. Destinata a sostituire Bravo, Punto e Palio in Sud America, debutterà il 30 maggio, per poi essere mostrata ufficialmente al Salone di Buenos Aires dal 10 al 20 giugno. Arriverà in Italia? Teoricamente no. “Molto” teoricamente no. Perché la cura estetica […]

L'articolo Fiat Argo: la compatta che pensiona la Punto proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana