Google+

Trota, Bitto, pizzoccheri e soprattutto taròzz. Valtellina da primo premio

aprile 17, 2016 Tommaso Farina

osteria-rapella-morbegno-foto-tommaso-farina-1

Pubblichiamo la rubrica di Tommaso Farina contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Ci sono piatti molto rari e quasi ignoti, che almeno una volta nella vita vanno provati tassativamente. E qui lo diciamo, senza negarlo: se non avete mai assaggiato i taròzz, vi siete persi molto nella vita. Ignoriamo il perché i taròzz si chiamino così, al plurale. Il nome collettivo cela un sapido puré di patate, fagiolini, cipolle, di consistenza variabile da paesino a paesino in Valtellina, la vallata in provincia di Sondrio dove questo gioiellino della gola ha avuto i natali.

Abbiamo provato di recente dei taròzz stupendi all’Antica Osteria Rapella 1886, a Morbegno, il primo centro valligiano di una certa importanza. Centotrent’anni di esperienza varranno pure qualcosa, no? Così, ecco che Marco Rapella e la sua famiglia vi accoglieranno nell’elegante ristorante annesso al loro albergo.

In sale luminose, con sedie davvero comode, ecco appunto i loro taròzz, serviti amabilmente in una cialda di formaggio. Da primo premio. Ma d’antipasto avrete anche la tartara di trota affumicata con misticanza; gli insaccati valtellinesi; la ricotta d’alpe fritta con uovo di selva e crema di pomodoro.

Di primo, i classici pizzoccheri valtellinesi, un vero porto sicuro in queste lande. Tuttavia, siamo rimasti conquistati dai morbidi bocconcini di patata viola con ripieno e crema di Bitto giovane, mentre promettono bene i ravioli di coniglio e la vellutata di ortiche selvatiche.

osteria-rapella-morbegno-foto-tommaso-farina-2Proseguite con un aristocratico, equilibratissimo rognoncino trifolato alla crema di cipolle; col guanciale di bue al vino rosso; con lo spiedone di maialetto e lardo nostrano. Chiusura con Bitto e altri formaggi locali, o col tortino di mele con crumble e gelato alla vaniglia.

Qui dai Rapella si beve bene: la cantina è da sempre molto curata, ed è previsto anche un numero adeguato di proposte al bicchiere. Quanto alla spesa, si dimostra contenuta, eccedendo difficilmente i 37 euro. E con la bella stagione, i tavoli nel giardino rendono la permanenza ancora più dilettevole. Oltretutto, non ha giorno di chiusura.

Per informazioni
Antica Osteria Rapella 1886
anticaosteriarapella.com
Via Margna, 36 – Morbegno (Sondrio)
Tel. 0342.615114
Sempre aperto


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana