Google+

Una simpatica “Trombetta” contro le troppe trombonate culinarie

giugno 28, 2016 Tommaso Farina

trattoria-trombetta-milano-foto-tommaso-farina-1

“Una cucina immediata, un menù pulito”. Uno slogan che rimembra la réclame di un’arcinota marca di whisky scozzese, vero? E invece è la parola d’ordine su cui Giancarlo Morelli ha impostato la sua nuova avventura. Il funambolico chef del celeberrimo Pomiroeu di Seregno, in Brianza, ha deciso di rischiare su Milano. E l’ha fatto con la nuovissima, frizzante Trattoria Trombetta.

Il nome dice già parecchio: una simpatica cornetta jazzistica in reazione alle troppe trombonate che ancora tocca mandar giù nelle cucine, siano esse cervellotiche e “creative”, o al contrario stucchevoli e consunte.

Cucina immediata, menù pulito: una serie di ammicchi alla tradizione, realizzati con leggerezza e con pochi e scelti ingredienti. Il tutto da delibare in un ambiente moderno, con anche la possibilità di mangiare al bancone, osservando cuochi e barman (qui va in scena anche un ottimo aperitivo).

C’è una carta più o meno mensile, e un piccolo menù chiamato “Al Mercato”, che fa pensare alla spesa fatta giornalmente. Per cominciare, potreste trovare un ghiottissimo sformato di ricotta con asparagi di Altedo e uova di quaglia “in cereghin”, ossia fritte. O magari, il bianco di faraona scottata e affumicata su insalatina selvatica: cucina sportiva e invitante.

Di primo, colpisce l’apertura alare delle rugose pappardelle di grano arso con ragù di vitello, oltremodo azzeccate. Trattandosi di un posto con la regia di Giancarlo, non potevano poi mancare i risotti: quello alla milanese è di prammatica, ma stuzzica la scelta anche quello alle ortiche e salsa di aglio dolce.

trattoria-trombetta-milano-foto-tommaso-farina-2Omaggio a Milano, la trionfale costoletta alla milanese: vi chiederanno se la preferirete alta o ben battuta. Ben giocata sulle note amarognole e inaspettatamente rinfrescanti si è rivelata l’insalata di lingua di vitello agli asparagi, acciughe e pesto di crescione.

Chiusura ideale? Il budino al cioccolato, o il paciugo di fragole. Qui poi si va forte sul vino, con ricarichi contenuti e scelte molto personali. La spesa? Circa 50 euro.

Per informazioni
Trattoria Trombetta
trattoriatrombetta.eu
Largo Bellintani, 1 – Milano
Tel. 0235941975
Aperto solo la sera. Chiuso la domenica

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana