Google+

Ecco un ristorante che non meritava di sparire dalle guide

maggio 8, 2016 Tommaso Farina

trattoria-da-toso-tricesimo-udine-foto-tommaso-farina-1

Pubblichiamo la rubrica di Tommaso Farina contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Ci voleva un antico ricordo di lettura per far visita a un posto che, a detta di molti appassionati, imbandisce addirittura la migliore carne di tutto il Friuli. Eppure, la Trattoria Da Toso, a Leonacco, collinare frazione di Tricesimo (Udine), da anni è uscita dalle principali guide della ristorazione. Il motivo è il solito: la crisi dell’editoria ha imposto tagli di pagine, così i grandi ristoranti hanno meno righe per essere descritti, e i piccoli tendono a sparire del tutto.

Eppure, Toso merita una visita, se non addirittura il viaggio. Toso è il nome della famiglia che è alla barra di comando, ci sembra, addirittura dal 1907. La sala è simpatica, piena di ramaioli e pentole, dominata dal grande fogolar friulano a legna, qui non ancora declassato a mero elemento decorativo. Alle pareti, anche una bacheca con disegni dei piccoli ospiti, qui molto graditi.

Giancarlo Toso, l’attuale anfitrione, coordinato da un esercito di donne friulane sorridentissime e dalla sapida parlata, pretenderà di nutrirvi bene. Ed ecco, per cominciare, una sventagliata di salumi locali con la polenta; la ghiotta polpetta al sugo; l’assaggio di trippa.

Come primo piatto, i ricchi, lisergici gnocchi di patate, conditi col pomodoro o il ragù; stesso condimento per le tagliatelle, e non mancano la pasta e fagioli e l’orzo e fagioli, visto che qui va in scena la tradizione.

trattoria-da-toso-tricesimo-udine-foto-tommaso-farina-2Ma coi secondi si va al settimo cielo. Giancarlo è il maestro del fogolar, a rigorosa alimentazione lignea. Su lì, cuoce di tutto: immense fiorentine, costate, filetti, rustica salsiccia, perfino il pollo (da prenotare prima, ci vuole un’ora intera). Provate però il fegato alla brace, da accompagnare con le patatine tagliate tipo chips, fritte in cucina (guai a parlare di surgelati).

Di dolce, una crostata, uno strudel o le fragole col gelato. E da bere? Uno sfuso buono e una certa scelta di vini.

Potete spendere, a seconda della carne scelta, dai 35 ai 50 euro per quattro piatti. Un luogo della memoria, da preservare per tanti anni ancora.

Per informazioni
Da Toso
Fraz. Leonacco – Via Pozzuolo, 16 – Tricesimo (Udine)
Tel. 0432852515
Chiuso martedì e mercoledì


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana