Google+

Torino ospita i legami indissolubili di Arcangelo

febbraio 21, 2013 Mariapia Bruno

Ivan Quaroni definisce Arcangelo, nel catalogo della mostra Da terra mia – Opere su carta 1983-2012 che dal 27 febbraio sarà visibile presso la Galleria eventinove di Torino, un artista «radicale». Questo pittore campano, nato ad Avellino nel 1956, in effetti radicale lo è a tutti gli affetti poiché la chiave di volta del suo lavoro è il fortissimo senso di appartenenza alla sua terra, il legame indivisibile con la campagna campana che non abbandonerà mai il suo immaginario artistico. Il primo ciclo di opere del pittore diplomato all’Accademia di Belle Arti di Roma e residente da tanti anni a Milano s’intitola significativamente Terra mia, e al suo interno vi si rintracciano una serie di memorie personali che si fondono con atmosfere cupe e drammatiche.

La retrospettiva torinese, visibile fino al prossimo 30 marzo, racconta l’intero trentennio di attività dell’artista proprio a partire dalle sue origini creative, attraverso sessanta opere su carta inzuppate di ricordi della sua terra, il Sannio, da viaggi reali o immaginari, da simboli, grafemi. Si tratta di opere, come sottolinea Quaroni, colme «di tracce gestuali, di accenni figurativi, di colature di colore, di scritte e di macchie». Qui la passione per l’arte incontra una forte sete di conoscenza per dar vita a una sorta di diario artistico del tutto personale.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Svelata la concept che anticipa la nuova WRC del Double Chevron, attesa ai vertici del Campionato mondiale rally 2017. Esteticamente simile a una Gruppo B degli Anni ’80, può contare su di un 1.6 turbo benzina da 380 cv.

La concept spagnola ama l’off road. Al 2.0 TDI da 190 cv si accompagnano il cambio a doppia frizione DSG, le 4WD e un allestimento estetico degno di una 4x4 nuda e pura. Potrebbe derivarne una versione di serie.

Debutta la variante tutto terreno della wagon tedesca. Può affrontare facili sterrati grazie all’assetto regolabile, all’altezza da terra superiore allo standard e a protezioni specifiche. Motori turbodiesel di 2,0 e 3,0 litri da 195 e 258 cv.

Il lieve restyling della berlina/wagon nipponica porta in dote una superiore insonorizzazione dell’abitacolo e il sistema di gestione dell’erogazione G-Vectoring Control. Confermati i propulsori, arricchito il capitolo sicurezza.

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana