Google+

Ti senti solo? Diventa anche tu “Amico dello scontrino e della ricevuta fiscale”

gennaio 11, 2012 Redazione

DITEGLI CHE FA ANCORA A TEMPO. Apprezza anche Di Pietro che considera le dimissioni «un atto dovuto che rischiava di arrivare in ritardo».
Virginia Piccolillo sulle dimissioni da sottosegretario di Carlo Malinconico, Corriere della Sera

ANCHE I TECNICI MANGIANO FAGIOLI. Un uomo esile, stanco, chiuso nel sobrio cappotto blu abbottonato fino al collo (si fatica a immaginarselo in ciabatte al “Pellicano” di Porto Ercole, bordo piscina, con le fidanzate degli oligarchi russi in bikini e tutto il resto, lo sfarzo, i magnifici Martini, il sole che va giù dentro al Tirreno solo per te).
Fabrizio Roncone descrive Carlo Malinconico, Corriere della Sera

SONO SEMPRE I MIGLIORI CHE SE NE VANNO. Di lui si dice che fosse un tecnico bipartisan.
Francesco Grignetti descrive Carlo Malinconico, la Stampa

SE MAI POSSIAMO TASSARLA. Per il lavoro difficile che dobbiamo fare serve la massima trasparenza e non possiamo permetterci alcuna ombra.
Mario Monti sul caso Malinconico, la Repubblica

OOPS. Repubblica si è svegliata dal letargo soltanto ieri, riuscendo a dedicare due pagine al caso senza mai citare il Fatto. L’articolo di Francesco Merlo in prima pagina s’interroga giustamente su un mistero: perché mai domenica Fabio Fazio, in 40 minuti di intervista a Monti, non si è «ricordato (oops) di Carlo Malinconico»? Merlo, per sciogliere l’enigma, non deve andare troppo lontano: evidentemente Fazio legge solo Repubblica, che fino a domenica non aveva mai scritto quel nome (oops).
Marco Lillo, il Fatto quotidiano

SÌ MA QUELLA DEGLI ANNI TRENTA. Deve sapere che io ho sempre lavorato per un’Italia che somigliasse il più possibile alla Germania.
Mario Monti intervistato dal direttore della
Welt Thomas Schmid, Corriere della Sera

PREMIO CHISSENEFREGA. Fitch: «Possibile il vostro declassamento». Ma le Borse e i mercati ignorano l’annuncio
Titolo e sommario del
Corriere della Sera

SI VEDE CHE LEGGONO I GIORNALI. Bankitalia: paese pessimista. Tre aziende su quattro vedono nero.
Titolo della Stampa

UNO STATO DI POLIZIA COME SI DEVE. Colonia come Cortina. Ma nessuno ha fiatato
Titolo di un articolo di
Gian Antonio Stella sui controlli fiscali in Germania

MODELLO SOMALIA. In Italia siamo teneri rispetto ad altri paesi.
Attilio Befera, direttore dell’Agenzia delle Entrate, Corriere della Sera

SCONTRINO MON AMOUR. Sul web un esercito di finanzieri senza divisa. «Segnaliamo chi non fa scontrini e ricevute».
Titolo della
Repubblica

NON POTEVI COMPRARTI UN CANE? Luca Bottura, giornalista e scrittore, ha lanciato il gruppo degli “Amici dello scontrino e della ricevuta fiscale”.
Jenner Meletti, la Repubblica

POI REINTRODUCIAMO LA PENA DI MORTE. Se un negozio non fa lo scontrino lo chiudi. Vedrai che gli altri si innamorano del registratore di cassa.
Jenner Meletti riporta i commenti del gruppo Facebook “Amici dello scontrino”, la Repubblica

NUOVE RELIGIONI. Oggi questi strani adoratori dello scontrino sono 5.578 e lavorano senza sosta.
Jenner Meletti sul gruppo Facebook “Amici dello scontrino”, la Repubblica

NUOVI PECCATI. Molti italiani viaggiano in utilitaria e, pur essendo fondamentalmente perbene, commettono ogni giorno una certa quantità di peccati veniali o comunque da loro considerati tali.
Massimo Gramellini commenta la foto di Mario Draghi al telefono mentre guida, la Stampa

MA MEGLIO NON AVERE CONTI APERTI. La criminalità organizzata avrebbe un fatturato di 140 miliardi di euro con utili superiori a 100 miliardi. In pratica con una liquidità di circa 65 miliardi di euro sarebbe «la prima banca d’Italia».
Il
Corriere della Sera riporta un rapporto di Sos Impresa, associazione di Confesercenti

CINESI DE ROMA. Anvedi quanti semo.
Commento di una
ragazza di origine cinese al corteo per il delitto di Roma, Corriere della Sera

PER LA QUESTURA ERANO MILIARDI. la manifestazione “contro la violenza” che attraversa Roma va oltre le aspettative, gli organizzatori parlano di «diecimila persone alla partenza e forse il doppio all’arrivo». Chissà, di certo sono migliaia: quasi tutti cinesi.
Alessandro Capponi e Rinaldo Frignani, Corriere della Sera

E SI RITROVERÀ IN ROSSO. Centro di Milano, Cerchia dei Bastioni, poco più di 8 chilometri quadrati. Si chiamerà Area C: congestion charge, tassa sul traffico. Parte lunedì prossimo. Così la Milano arancione (colore vessillo della vittoria del sindaco Giuliano Pisapia), cerca di trasformarsi in Milano verde.
Gianni Santucci e Armando Stella, Corriere della Sera

HAI VOLUTO LA BICICLETTA? Un referendum in primavera ha detto che i milanesi vogliono drastiche limitazioni all’invasione delle auto (…). Ma questa non è una buona scusa per tassare così il rientro a casa dei residenti.
Giangiacomo Schiavi, Corriere della Sera

SOLO GENTE PER BENE. Tra l’altro, il centro di Milano è tutt’altro che popolato da pericolosi conservatori di destra.
Roberto Rho, la Repubblica

A MENO CHE NON SIATE PARLAMENTARI. Estate d’inverno. I Caraibi delle Isole Vergini, una vacanza senza piumino per iniziare l’anno sognando.
Titolo di prima pagina della
Repubblica Viaggi

POTEVA NON ESSERCI? Dietro la battaglia sui farmaci c’è la mano forte del Vaticano.
Titolo del
Fatto quotidiano

HASTA EL TASSAMETRO SIEMPRE. Altre categorie si stanno aggiungendo a sostegno della nostra battaglia di giustizia e di libertà contro i poteri forti.
Loreno Bittarelli, leader di un consorzio di taxi romano, spiega il suo no alle liberalizzazioni, la Stampa

CIPOLLA. Quando mi sono vista preparare il soffritto in video mi sono commossa come mai prima.
Benedetta Parodi, Corriere della Sera

SCHERZA COI FANTI. Fatto sta che per ora di parodie politiche neppure l’ombra. Perché non la Fornero in lacrime? «No – replica Paola (Cortellesi, ndr) – non credo sia giusto. Quelle lacrime erano sincere. Da cittadina le ho apprezzate».
Maria Volpe sul nuovo corso di Zelig, Corriere della Sera

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana