Google+

Suggestioni e derivazioni italiane nelle opere di Paul Klee

settembre 27, 2012 Mariapia Bruno

Sulle orme di Goethe e Burckhard, guide spirituali e numi tutelari Paul Klee (1879 – 1940) venne in Italia per ben sei volte, nello spirito del grand tour, visitando una prima volta, tra l’ottobre del 1901 e il maggio del 1902, città come Roma, Napoli e Firenze, luoghi imprendibili per la formazione artistica di un talentuoso pittore che però lasciarono ben poco all’animo e al pennello dell’artista. Nel 1924 e nel 1931 è la volta della Sicilia (Mazzarò), di cui visiterà tutte le città principali, nel 1925 dell’isola d’Elba, che gli suggerisce l’opera Costruzione portuale, nel 1930 Viareggio e nel 1932 Venezia, passando per Milano, Genova, Padova, Firenze, Ravenna, Pisa. Sono i paesaggi del Mediterraneo a dare ispirazione e consentire una vera e propria svolta creativa all’artista che li ricrea in modo nostalgico fin quando nel 1935 la sclerodermia gli impedisce di recarvisi ancora.

Oltre ai soleggiati panorami del sud, i viaggi in Italia di Klee gli suggeriscono anche di soffermarsi sullo studio dell’arte classica dei primi anni del Novecento, e di confrontarsi con i futuristi degli anni Dieci dai quali assorbe la centralità del tema architettonico e il concetto di dinamismo delle forme che reinterpreta in funzione del proprio linguaggio astratto, come avviene nell’opera Composizione urbana con finestre gialle (1919). Non meno importante la visione dei mosaici bizantini di Ravenna che gli ispirano la fase pointilliste, testimoniata dalla composizione Croci e colonne (1931). Derivazioni e suggestioni tutte italiane che dal prossimo 9 ottobre e fino al 27 gennaio 2013 si potranno ammirare all’interno della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma che dedica al maestro tedesco una grande retrospettiva scandita da cento opere, sue e di altri straordinari protagonisti del tempo, dal titolo Paul Klee e l’Italia.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.