Google+

Su Facebook tutti vanno d’accordo con tutti (salvo poi divorziare volentieri)

gennaio 4, 2012 Redazione

CHI L’AVREBBE MAI DETTO? I rifiuti di Napoli mandano in crisi il “moralizzatore”. Il sidaco De Magistris congeda Raphael Rossi sei mesi dopo la nomina a “salvatore” della città.
Titolo e sommario del
Corriere della Sera

CASA DOLCE CASA. Facebook, la casa dei conformisti. Un matematico analizza le “amicizie” e i rapporti dentro i social network dove l’importante è non scontrarsi.
Richiamo di prima pagina della Stampa

ANTISOCIAL NETWORK. Facebook si avvia a diventare la principale causa di divorzio, almeno in Gran Bretagna.
Il Fatto quotidiano

VENGHINO SIGNORI. Il 3D mi ha fatto ritrovare la magia.
Martin Scorsese, titolo dell’intervista concessa alla Stampa

L’ABBIAMO SCAMPATA BELLA. Il periodo più difficile per me, fu quello dai 6-7 anni fino ai 14… non riuscivo ad applicarmi sui libri abbastanza da andare alla Regis High School, a studiare greco e latino. Detto ciò, il primo impulso che ebbi fu di diventare prete.
Martin Scorsese nel libro-intervista di Richard Schickel, la Stampa

SU QUESTO TI ASCOLTEREMO UN’ALTRA VOLTA. Io sono cattolico, ma il matrimonio, parlando da politico, non deve essere considerato un sacramento. Magari lo rimane nel mio cuore, ma sono cavoli miei.
Matteo Renzi, Max

DANNI COLLATERALI. Una schizofrenia che raggiunge livelli di autentico interesse scientifico in una certa sinistra radicale a cui ha appena dato voce Beppe Grillo. Quella che invoca uno Stato cane lupo, da aizzare addosso agli evasori, tranne poi lamentarsi se il cane lupo Equitalia sbrana tutto ciò che fiuta.
Massimo Gramellini, la Stampa

EQUIARABIA. Un uomo saudita ha messo in vendita suo figlio di sei anni su Facebook. (…) L’uomo attribuisce il suo improvviso stato di indigenza a un decreto del tribunale che lo ha costretto a chiudere l’azienda della quale era proprietario.
Il Fatto quotidiano

DI SOLITO. Per un italiano lo Stato è altro da sé, è un vampiro arrogante da buggerare più che si può. Di solito viene identificato con la casta costosa, pletorica e inefficiente dei politici, con il treno sporco e perennemente in ritardo dei pendolari.
Massimo Gramellini, la Stampa

APPUNTO. In ritardo, proprio come questi maledetti treni pendolari. «Ma l’aumento di biglietti e abbonamenti è arrivato anche in Piemonte».
Giovanni Cerruti racconta la “resistenza” dei pendolari di Torino agli aumenti delle tariffe, la Stampa

ASPETTIAMO GIUSTO TE. A desso è anche scritto, nero su bianco: i parlamentari italiani sono quelli con i privilegi più alti d’Europa. Cosa aspettiamo a tagliarli?
Antonio Di Pietro, il Fatto quotidiano

UN MUCCHIO DI AUTOGRAFI? A seminare il panico una serie di controlli scattati dal 30 dicembre nella vippissima Cortina. (…) Dei risultati non si sa ancora nulla, ma gli 007 del Fisco fanno capire che qualcosa di “interessante” è stato trovato.
Il Fatto quotidiano

CI VORREBBE FORZA GNOCCA. Le donne in politica non vengono prese sul serio se sono carine. Il mio messaggio politico si perde tra considerazioni sul mio aspetto e il mio guardaroba.
Louise Mensch, conservatrice eletta alla Camera dei Comuni, Corriere della Sera

DETTA COME VA DETTA. Uno dei vantaggi di avere un figlio handicappato è che puoi permetterti di essere un idiota e di trattarlo anche male. E io mi concedo spesso questo vizio.
Massimiliano Verga, autore di un libro sul figlio disabile, Corriere della Sera

INDOVINA DI CHI È LA COLPA. Forse qualcuno non vuole che l’idolo della sua infanzia balli sotto i riflettori. «Qualcuno non ama qualcos’altro, sospetto». Tradurre. «L’area berlusconiana sta provando a mettere in difficoltà Milly Carlucci, dopo che ha vinto la causa per impedire Baila su Canale 5».
Gianni Rivera giustifica a Beppe Severgnini la sua partecipazione a Ballando con le stelle, Corriere della Sera

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

La seconda generazione della crossover coreana beneficia di lievi ritocchi estetici e di un moderno sistema d’infotainment. Debutta il 1.6 turbo benzina da 204 cv di derivazione Pro_cee’d 1.6 T-GDi GT.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana