Google+

Soldi/ Vegas (Consob): «Borsa tradita dagli italiani»

maggio 8, 2017 Mariarosaria Marchesano

Banche: Vegas, informazione consumatore insoddisfacente

«Gli italiani hanno voltato le spalle a Piazza Affari». Parole dure quelle pronunciate oggi dal presidente della Consob, Giuseppe Vegas, durante il suo ultimo discorso annuale al mercato finanziario che ha tenuto nella sede della Borsa Italiana (il suo mandato è arrivato a scadenza dopo 7 anni). Un grido di allarme: «Oggi la Borsa ha perso centralità», ha dichiarato Vegas, spiegando che «gli italiani tendono sempre di più ad allocare il proprio risparmio, oltre che nei fondi, presso conti correnti bancari o postali». E quanto si sta verificando «è un segno di ansia per il futuro», ha aggiunto.

CROLLO DELL’AZIONARIO NEL 2007-2016
Il discorso di Vegas è un incentivo a riflettere su come nel nostro paese siano cambiate le scelte di risparmio per migliaia di famiglie. Vediamo qualche dato. Il presidente della Consob ha spiegato che tra il 2007 (anno del crac di Lehman Brothers, non è un caso che sia stato scelto proprio questo momento per datare l’inizio della crisi di fiducia verso i mercati finanziari) e il 2016, «l’incidenza dei depositi bancari e postali sulle attività finanziarie totali è passata dal 38,1 per cento al 46,8 per cento, mentre la ricchezza detenuta in azioni e titoli di debito pubblico è passata, rispettivamente, dal 10,5 per cento al 5,3 per cento e dal 13,4 per cento al 10,8 per cento». Tradotto in parole povere, le persone si sono fidate di più di prodotti postali e conti di deposito piuttosto che acquistare azioni o titoli di Stato. Sull’azionario, in modo particolare, gli investimenti dei privati si sono praticamente dimezzati nel periodo preso in considerazione. Mai prima d’ora era emersa in modo così chiaro la crisi di fiducia nei confronti della Borsa in un paese che vanta il primato mondiale della ricchezza privata delle famiglie.

CRISI DI FIDUCIA
Quello che è ancora più preoccupante è che il periodo temporale a cui fa riferimento Vegas restituisce un quadro parziale di ciò che sta accadendo poiché è proprio il 2016 l’anno in cui il rischio del così detto bail in introdotto dalle nuove normative europee è stato percepito appieno dall’opinione pubblica (con questo termine si intende quando le risorse di privati cittadini vengono utilizzate per gestire le crisi di banche di cui sono correntisti). Fino ad un certo punto, tenere i soldi in banca è stata considerata una scelta sicura. Poi sono arrivati i crac finanziari che hanno coinvolto diversi istituti di credito (Monte dei Paschi e le banche venete, solo per fare qualche esempio). Non a caso, lo stesso presidente della Consob aggiunge un’ulteriore riflessione alla sua analisi: «Al tempo stesso c’è stata una progressiva estensione delle aree di rischio, a partire dai titoli di stato e dalle obbligazioni bancarie, fino ad arrivare agli stessi depositi, che oggi, alla luce del bail in, devono essere valutati alla stregua di una qualsiasi forma di investimento». Come per dire, non è escluso che nei prossimi anni vedremo un calo anche per quelle soluzioni che fino ad oggi hanno rappresentato un’alternativa all’investimento in azioni. Insomma, la crisi di fiducia tra i risparmiatori e il settore finanziario potrebbe essere solo all’inizio. E per il futuro c’è da chiedersi che cosa farà la Borsa per recuperare il terreno perduto e come si posizioneranno le banche per riconquistare credibilità.

Per approfondimenti e info scrivi a lamiaeconomia@tempi.it

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sul mercato dal 2010 e aggiornata nel 2014, la Lexus CT200h iniziava a soffrire di uno sdoppiamento della personalità. A una meccanica moderna si accompagnava infatti una linea ardita sì, ma ormai un po’ datata. Una contrapposizione ora sanata dalla divisione di lusso Toyota che sottopone la propria berlina ibrida a un restyling sia estetico […]

L'articolo Lexus CT200h MY18: il cuore non si tocca proviene da RED Live.

Vernice opaca Verde Alpi, vetri posteriori oscurati e un’indole sportiveggiante: la Fiat 500X, una delle SUV compatte più apprezzate sul mercato, debutta nell’inedito allestimento S-Design, disponibile sia per la configurazione “cittadina” City Look sia per quella più fuoristradistica Off-Road Look. Prezzi da 19.950 euro. Vernice satinata a 1.300 euro La Fiat 500X, che condivide la […]

L'articolo Fiat 500X S-Design: urban look proviene da RED Live.

Il Festival della velocità si avvicina e, come ogni anno, la McLaren celebra il rito di Goodwood con una novità. Quest’anno tocca alla 570S Spider, vettura che va ad ampliare la gamma delle Sport Series in attesa dell’entrata a listino della nuova 720S, massima esponente della famiglia Super Series. Trasmissione a doppia frizione Non manca […]

L'articolo McLaren 570S Spider: io non ingrasso proviene da RED Live.

AMR, come Aston Martin Racing. La divisione sportiva della Casa inglese presenta una versione estrema della supercar Vantage, disponibile in configurazione sia coupé sia roadster e con entrambi i propulsori in gamma, vale a dire il V8 4.7 e il V12 6.0. Punto di congiunzione tra la strada e la pista, la Vantage AMR mutua […]

L'articolo Aston Martin Vantage AMR: la pista nelle vene proviene da RED Live.

Secondo le previsioni di Kia il segmento dei cosiddetti B-SUV sarà quello che avrà la maggior crescita nei prossimi anni. I vertici della Casa si aspettano che nel 2020 in Europa la quota di mercato dei SUV compatti salga al 10%, con un volume totale di due milioni di pezzi venduti. Con questa prospettiva hanno […]

L'articolo Vista e toccata – Kia Stonic proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana