Google+

Se Assad cade vince Al Qaeda, che è peggio

agosto 29, 2013 Riccardo Ruggeri

Riportiamo alcuni stralci dell’artico “Usa, Gb e Francia si pavoneggeranno con il cappello di Robin Hood e a noi toccherà accogliere i profughi” di Riccardo Ruggeri, apparso sul quotidiano Italia Oggi Noi vi ricordiamo di firmare l’appello contro l’intervento armato

Siamo alle solite. All’Eliseo è cambiato l’inquilino, un inetto di destra (Sarkozy, con Carlà di scorta) è stato sostituito da un inetto di sinistra (Hollande). Costui, non sapendo fare il mestiere di gestore della cosa pubblica, sposta sulla politica estera il focus, sperando che il popolo francese sia talmente idiota da credergli. Lo stesso fa Cameron, mentre Obama, come suo solito, non sa che pesci pigliare. L’unico felice è Bernake, e i banchieri di scorta, che così ha trovato l’appiglio che cercava per continuare a stampare “vagonate” di dollari (l’unica strategia economica che conosca). Kerry lasciamolo perdere, è imbarazzante già in conferenza stampa, figuriamoci nell’operatività.

La scena è la stessa di alcuni anni fa, la Libia del “sudicio” Gheddafi massacratore di 50 mila vecchi e bambini (mesi dopo si scoprì che era una colossale bufala) quindi bombardato e assassinato per strada (pensa te), poi la primavera del Cairo, giovani virgulti contro il “corrotto” Mubarak (eliminato), le finte elezioni, la finta vittoria dei Fratelli Musulmani, l’applicazione della losca sharia con annessa gestione corrotta del Paese. Quando i militari, stufi, ripristinano un minimo di ordine, grande irritazione dei soliti tre “languidi” leader occidentali.

Questa sceneggiata l’abbiamo già vista, ogni volta destra e sinistra nostrane si saldano chiedendo la guerra per scopi umanitari, per farsi perdonare quell’unica volta che c’era una vera motivazione umanitaria, il Ruanda, e loro non fecero nulla, salvo un paio di film grondanti retorica.

La prima domanda che i “buoni” (saremmo noi occidentali) dovrebbero porsi quando vogliono fare una guerra è: “Chi è il cattivo?” Sfido qualsiasi persona di buon senso a stabilire se è peggio Assad, con i suoi alleati Iran, Hezbollah, estremismo sciita o sono peggio i suoi nemici, i fanatici sunniti, supportati da Al Qaeda, talebani, salafiti. Nessuno che si chieda perché il losco Erdogan, lo stesso che in patria è stato spietato contro i giovani rivoltosi laici, spinga gli occidentali ad attaccare Assad? Oppure, perché l’Arabia Saudita, che supporta economicamente l’Egitto dei generali golpisti, nel contempo vuole che gli occidentali facciano il lavoro sporco contro Assad? Perché Israele frena? Perché sa che se Assad cade vince Al Qaeda, che è peggio.

(…) Per quanto ci riguarda, Emma Bonino dà ampie garanzie, l’articolo 11 della Costituzione (spesso invocata per fesserie) ci protegge, gli unici aerei che possediamo, i Canadair, non sono idonei per i bombardamenti, quindi siamo esenti. La nostra strategia dev’essere banale, ripetere fino alla noia: “Un intervento senza la copertura legale del Consiglio di Sicurezza dell’ONU è per l’Italia impraticabile”. Grazie, Putin e Xi che ci siete. Comunque, poiché Obama-Cameron-Hollande la guerra ad Assad la vogliono fare per i soliti motivi di immagine personale (e la faranno, e ovviamente la perderanno, come tutte le altre) il nostro destino è segnato: mentre loro tre si pavoneggeranno vestiti da Robin Hood, con cappello, piuma, arco e frecce, a noi toccheranno i profughi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ennesimo capitolo della Saga Monster, l’821 2018 si adegua all’Euro4 ed eredita le peculiarità stilistiche della sorella maggiore 1200. Più snello e slanciato torna all’essenzialità originale del primo Monster

L'articolo Ducati Monster 821 2018, come eravamo proviene da RED Live.

Sono universali, adatti alla guida d’estate e al tempo stesso a norma di legge ed efficaci anche d’inverno. Ecco quali sono, quanto costano e che vantaggi promettono i migliori pneumatici all season.

L'articolo Pneumatici quattro stagioni, la guida all’acquisto proviene da RED Live.

Dal 15 novembre è obbligatorio adottare pneumatici specifici per la stagione fredda. Ecco tutto quello che c'è da sapere per viaggiare in sicurezza e scegliere tra modelli invernali, quattro stagioni o chiodati.

L'articolo Pneumatici invernali, dieci cose da sapere proviene da RED Live.

COSA: RED HOOK CRIT, a Milano l’ultimo atto DOVE E QUANDO: Milano, 14 ottobre  Dopo Brooklyn, Londra e Barcellona il campionato di bici a scatto fisso su strada approda a Milano, in via Lambruschini (zona Bovisa) per l’ultima, avvincente tappa. Red Hook Criterium propone una formula unica, mettendo su strada le biciclette a scatto fisso che […]

L'articolo RED Weekend 13-15 ottobre, idee per muoversi proviene da RED Live.

Da 0 a 400 a 0 km/h in meno di 42 secondi. Ecco il nuovo record fatto registrare dalla hypercar Bugatti Chiron. Un primato d’accelerazione e frenata realizzato con al volante l’ex pilota di Formula 1 Juan Pablo Montoya. Mai nessuna vettura di serie aveva avvicinato una simile prestazione, ottenuta grazie a una potenza massima […]

L'articolo Bugatti Chiron: start e stop da record proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download