Google+

Settantacinque anni con il Molleggiato tra le scatole non sono stati male, nonostante tutto

gennaio 6, 2013 Pino Suriano

Ho già scritto qui di quanto mi abbia deluso all’ultimo Festival di Sanremo con il suo pallottoliere spuntato. Non per i bersagli in sé (Avvenire e Famiglia Cristiana), ma per  l’assenza di ragioni fondate nel suo argomentare. Le sue ultime uscite di politica, poi, mi sono parse degli autentici flop, sempre per sbrigatività e infondatezza delle opinioni.

Ma c’è un però. Il però è l’irrefrenabile gratitudine per un questo “nonnetto” che, una volta sul palco, parla e canta ancora di amore per il creato, di sacralità delle cose, di infinito e di Paradiso. Ha il coraggio di dire che Ratzinger è rock (così come Cassano e Zeman), si prende la libertà di mostrare immagini di male e di morte, non solo rose e fiori, di rilanciare, a suo modo, quella parola bellissima che è “speranza”. E poi, ancora, non smette di affermare che questa nostra vita è una cosa che vale tantissimo, così come la terra che la ospita. Da non sprecare, non distruggere. Uno che non smette di dire (con l’aria di chi ci crede davvero) che tutto è dono. In fondo 75 anni di Italia con il Molleggiato tra le scatole non sono stati proprio male, nonostante tutto. Penso proprio che possiamo augurargli, di cuore, buon compleanno.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

La piccola di Russelsheim debutta al Salone di Parigi in una nuova versione che strizza l'occhio al mondo dei Suv. Ha un assetto rialzato di 18 mm e un look fuoristradistico

Le auto dettano tendenze di stile nella società ma chi le disegna si è trovato spesso in difficoltà quando è stato chiamato a vestire una moto. Anche Pininfarina e Giugiaro hanno fatto fiasco

Citigo può contare su di una maggiore interazione con gli smartphone, mentre la compatta Fabia è disponibile nell’allestimento sportivo Monte Carlo. Look da crossover e ricca dotazione di serie per la versione ScoutLine di Fabia Wagon.

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana