Google+

San Silvestro con lenticchie. E succulenti insaccati cotti

dicembre 31, 2014 Tommaso Farina

cotechino-lenticchieE anche il 2014 è giunto al termine. Che ci riserverà di buono il 2015? Speriamo in tanta prosperità, che ci dia la possibilità di assaporare i piaceri mangerecci della vita, e non solo quelli. Lo vedete? Ogni volta che inizia un anno, ci si augura che sia fortunato. E se il Natale, malgrado tutto, mantiene i caratteri di una festa cristiana, consciamente o no, mettendo l’accento sui buoni sentimenti, il Capodanno viceversa ha qualcosa di più paganeggiante. Quasi tutti i rituali del Capodanno, infatti, contengono un anelito alla fortuna, pensateci.
E anche quel che si mangia, non ne è immune. Da noi, il cenone di san Silvestro è tradizione immarcescibile. Altre famiglie fanno un grande pranzo il giorno dopo, l’1 gennaio. Tuttavia, la cosa importante è che si mangia. Tanto e allegramente.

Una credenza bizzarra. Le lenticchie sono un elemento quasi costante, in tutta Italia. In base a una bizzarra tradizione, la lenticchia, dapprima simbolo dell’avventatezza e dell’ingordigia del povero Esaù, è da tempo assurta al ruolo di legume portafortuna. Anzi, di vivanda portatrice di soldi. Il fatto che tante persone divorino le lenticchie in umido ogni santo Capodanno e continuino a non avere un soldo non scalfisce questa convinzione. Tuttavia, simbologie a parte, occorre ammettere che le lenticchie, se cucinate a dovere, sono davvero buone. E in questo caso, si accompagnano quasi sempre al maiale, anzi a salumi e insaccati cotti, caldi e fumanti. A Modena, lo zampone. A Reggio Emilia, il cappello di prete. A Cremona e in molti altri posti d’Italia, il cotechino, in quest’occasione apprezzato addirittura anche a Roma. Cotechino e lenticchie è festa, e più non ci appulcriamo.

Altre tradizioni? Il sentimentale professore napoletano interpretato da Leo Gullotta nel cult movie cinepanettonesco Selvaggi di Carlo Vanzina, tra una battutaccia e l’altra ha modo di ricordare: «Eh, a casa nostra la sera di Capodanno si fanno gli spaghetti con le vongole… O’ capitone… E, per finire in bellezza, gli struffoli… Eh, che poesia!». Proprio gli struffoli, piccole “polpettine” di impasto dolce irrorate di miele e di confetti di zucchero, sono una tipica chicca natalizia della Campania e di Napoli in particolare. Per il resto, quel che vale per il Natale vale anche per Capodanno. In particolare, la voglia di mangiare frutta secca: datteri, fichi, noci, pistacchi. Anche scorze d’arancia, magari ricoperte di cioccolata. E panettone e torrone. Poi arriva l’Epifania, che tutte le feste porta via…

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La show car a batteria al debutto al Salone di Parigi può contare su di un motore da 170 cv e un’autonomia di 600 km. È una hatchback compatta disponibile a guida autonoma e anticipa 30 futuri modelli elettrici Volkswagen. Una rivoluzione.

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana