Google+

Rifiuti, in Italia le cose migliorano. Ma forse non è merito della nostra sensibilità (e neanche delle multe europee)

settembre 6, 2014 Angela Cossu

Complici le sanzioni milionarie dell’Unione Europea, sono evidenti gli sforzi di molti comuni per ridurre i rifiuti ed aumentare la racconta differenziata, informando i cittadini, multando gli incivili ed attivando il porta a porta o altri sistemi più efficaci del normale cassonetto.

Secondo il Rapporto Ispra 2014 qualcosa, seppur lentamente, si muove. Rispetto all’anno precedente, nel 2013 sono diminuiti i rifiuti prodotti (di 400 mila tonnellate, -1,3 per cento), quelli conferiti direttamente in discarica (-6,8 per cento). Viceversa, aumenta la raccolta differenziata (+2 per cento) per arrivare ad un totale del 42,3 per cento sul totale.

Tutto ottimo?

Sì, è calato il quantitativo di spazzatura che va in discarica senza trattamenti preliminari, ma rimane al 37 per cento, benché questa pratica sia vietata dal Dlgs 36/2003 e dalle direttive europee.
Vale la pena ricordare che portare i rifiuti in discarica direttamente, oltre che essere inquinante e richiedere un enorme spazio, è anche un enorme spreco di energia che essi contengono. A volte si vedono folle che si incatenano e stracciano le vesti contro la costruzione di un termovalorizzatore nella propria città… eppure un impianto efficiente può produrre, prendendo ad esempio quello di Brescia, energia elettrica per 200 mila famiglie e riscaldare 60 mila case con la rete del teleriscaldamento, oltre che offrire un posto di lavoro ambito per tante tante persone.

Anche la differenziata dei vari comuni rimane lontana dall’obbiettivo del 65 per cento imposto dalla legge 152/2006 (entro il 2012!), e anche da un inderogabile 50 per cento entro il 2020 chiesto dall’Europa.

rifiuti-raccolta-differenziata-regioni-ispra

Sorge anche un dubbio: si producono meno rifiuti perché gli italiani sono più attenti al tema, perché hanno ridotto sprechi ed imballaggi… o perché semplicemente consumano (e quindi buttano) di meno? Non c’è una risposta certa, ma un’occhiata all’andamento del Pil rispetto alla produzione di rifiuti può essere, da sola, illuminante.

rifiuti-produzione-pil-ispra-istat

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download