Google+

Ricca, fascinosa, imponente, piena di umori. È la costoletta della signora Piera

maggio 24, 2015 Tommaso Farina

osteria-le-due-colonne-truccazzano-foto-tommaso-farina-2

Pubblichiamo la rubrica di Tommaso Farina contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Che ne dite: vogliamo gustarci un’altra bella costoletta (la “s” è d’obbligo) alla milanese, stavolta nella versione più antica, non molto battuta, bella altina e morbida? Occorre andare dalla signora Piera, ad Albignano, frazione di Truccazzano, comune agricolo del milanese, a un passo dall’autostrada BreBeMi (ma voi arrivateci dalle statali in mezzo alla campagna).

Qui, nel decadente palazzo dei Conti Anguissola, purtroppo lottizzato senza gran criterio nel confuso periodo successivo alla guerra, sta l’Osteria Le Due Colonne: un locale spazioso, fresco, con una bella sala e un bel giardino, che ha un menù compatto ma altamente decisivo per voi ghiottoni.

Lo staff della signora Piera è competente e veloce, idoneo a mettervi a vostro agio nei grandi tavoli. L’inizio è tutto per i salumi: i taglieri tematici, ispirati alla Toscana, all’Umbria o al Parmense (eccellente la pancetta del Podere Cadosca), sono tutti serviti con uno gnocco fritto leggerissimo e goloso, oltre che con la sublime giardiniera dei piacentini Pisaroni, eccelsa. È anche possibile avere asparagi con lardo croccante, uovo al burro, tartufo estivo e Fontina d’alpeggio, o una battuta di carne piemontese di Cazzamali.

Tra i primi, Fontina e asparagi tornano a farsi compagnia in un mirabile risotto; da sottoscrivere anche gli gnocchi con fonduta di formaggio e carciofi; la carbonara reinterpretata; i ravioli di caprino al profumo di lavanda con granella di nocciole.

osteria-le-due-colonne-truccazzano-foto-tommaso-farina-1Ma ora si arriva alla costoletta: è ricca, fascinosa, imponente, piena di umori, servita con eccezionali spinaci freschissimi. Un capolavoro. Altrimenti, trancia di manzo alle erbe aromatiche, e tutta una serie di carni selezionatissime, da gustare semplicemente grigliate.

Coi freddi, sono in programma anche molti altri piatti stagionali di diversa estrazione. Ma voi terminate col salame di cioccolato, o con l’illustre sfogliatina alle fragole. I vini, stivati in una bellissima cantina, sono tutti altamente stuzzicanti. E il prezzo non andrà oltre i 40-45 euro.

Per informazioni
Osteria Le Due Colonne
osterialeduecolonne.it
Largo Conti Anguissola, 3 – Fraz. Albignano, Truccazzano (Milano)
Tel. 029583025
Chiuso tutto il lunedì e il martedì sera


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La show car a batteria al debutto al Salone di Parigi può contare su di un motore da 170 cv e un’autonomia di 600 km. È una hatchback compatta disponibile a guida autonoma e anticipa 30 futuri modelli elettrici Volkswagen. Una rivoluzione.

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana