Google+

Quel bimbo abbandonato nella scatola è mio figlio

settembre 20, 2016 Redazione

bambino-scatola-shutterstock_98036420

Pur nella sua drammaticità, è una storia a lieto fine quella di Maria, la mamma peruviana 26enne che, in un momento di disperazione, ha abbandonato il figlio appena nato, ma, poi, pentita, si è presentata alla caserma dei carabinieri per denunciarsi: «È mio figlio».

Genova. Androne di un palazzo in centro città. I condomini trovano in una scatola di scarpe un neonato che ha ancora il cordone ombelicale attaccato. È coperto da un maglioncino azzurro e una camicia scozzese blu e verde. Dopo i primi attimi di sgomento («mi sono tranquillizzato solo quando ho visto che il bimbo era vivo. Gli ho toccato la mano e lui mi ha stretto il dito», ha raccontato alla Stampa l’autista di autobus che per primo lo ha soccorso), si prendono cura di lui e avvisano le forze dell’ordine. All’ospedale Gaslini di Genova le prime cure; il piccolo sta bene, pesa tre chili.

Dopo sette ore, Maria, che abita in quel palazzo, si pente. Ai carabinieri spiega di aver partorito all’improvviso, di «essere sconvolta», di aver lasciato sul piccolo il maglione e la camicia «perché potesse sentire l’odore della sua mamma». Perché lo ha fatto? Non aveva coraggio di dirlo ai suoi, nessuno sapeva di quella gravidanza. Ma è stato proprio il colloquio con sua madre a convincerla a ritornare sui suoi passi e a presentarsi in caserma. Ora per lei, inevitabilmente, è scattata la denuncia per abbandono di minore.

Insomma, tutto sommato una storia che finisce bene. Una giovane donna che – sconvolta – commette un errore, ma che poi ha il coraggio di pentirsi, chiedere perdono, pagare il prezzo dei suoi atti, forse ricominciare. Non è ricorsa all’aborto e anche le cure prestate al piccolo ci dicono qualcosa di materno che, in lei, non si è spezzato. Ma è anche una storia che ci dice molto della situazione in cui si trovano molte donne. È evidente che Maria si sente sola, non ha nessuno con cui condividere le sue angosce e preoccupazioni. Eppure oggi esistono i Centri di Aiuto alla vita che aiutano molte donne, prima e dopo il parto. È loro che occorre sostenere, per sostenere tutte le Maria d’Italia.

La foto pubblicata (Shutterstock) non è, ovviamente, quella del bambino di cui si parla

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un trapianto di cuore in piena regola. In Jaguar, da piccoli, devono aver giocato con “L’allegro chirurgo”, dato che il V8 5.0 sovralimentato della F-Type R trova posto sotto il cofano della berlina di medie dimensioni XE, entry level – si fa per dire – della gamma di Coventry. Un’operazione che porta alla nascita della […]

L'articolo Jaguar XE SV Project 8: nessuna come lei proviene da RED Live.

Prendi la moto più venduta da anni. Provata e riprovata in tutte le condizioni. Cosa si può raccontare ancora di lei? Parto con queste convinzioni per l’ennesimo test della ennesima R 1200 GS (le ho provate tutte le GS dalla 1100 a oggi). È la Rallye che ho già provato poco tempo fa in un […]

L'articolo Alla GS Academy con BMW R 1200 GS Rallye assetto sport proviene da RED Live.

Se l’elettrico costituisce il futuro della mobilità, la tecnologia ibrida plug-in è figlia del presente. Rappresenta infatti la massima espressione del compromesso tra propulsione tradizionale e a zero emissioni. Un’auto ibrida plug-in non è altro, del resto, che un’auto ibrida, quindi dotata di un powertrain composto dall’interazione tra due motori – il primo a combustione […]

L'articolo Hyundai Ioniq Plug-in: praticamente astemia proviene da RED Live.

She’s back. Dopo quasi vent’anni d’assenza, la BMW Serie 8 è di nuovo tra noi. La coupé di Monaco, destinata a collocarsi al vertice della gamma del costruttore tedesco, arriverà nelle concessionarie nel 2018, ma le linee sono già state svelate in occasione del Concorso d’eleganza di Villa d’Este. Chiamata a sfidare rivali blasonate quali […]

L'articolo BMW Serie 8: classe cattiva proviene da RED Live.

Un accessorio può fare la differenza? Snob Milano, giovane realtà della provincia di Varese, ne è convinta. E difatti rimpolpa il suo catalogo, già ricco di occhiali da sole e da vista, con le due nuove maschere da moto Café Bubble e Café Flat, ricercate nel design e nei contenuti tecnici.  I punti in comune  Amate […]

L'articolo Snob Milano Café Bubble e Café Flat proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana