Google+

Quei ragazzi coi baffetti che volevano il mondo (come i grillini). Novant’anni fa la Marcia su Roma

ottobre 29, 2012 Pino Suriano

Gli eroi del giorno, per la verità quelli di ieri, sono centinaia di ragazzi che mai ho conosciuto. Mi sarebbe piaciuto, per capirli di più. Molti di loro avevano i baffetti sottili, ma soprattutto una voglia matta di prendersi il mondo, la politica, la vita. A vent’anni (e non solo) quella voglia non è una cosa bella, è la cosa più bella.

VOGLIA DI ESSERE PROTAGONISTI. Erano diversi per sensibilità e storie personali, ma quella voglia li univa: la storia andava presa per mano, non guardata come spettatori di terza fila e lasciata in mano a presunti professionisti. Quella voglia aveva un nome bellissimo: protagonismo. I ragazzi coi baffetti, in un giorno di ottobre, si trovarono insieme per camminare e poter dire “io c’ero”. Quel giorno avrebbe cambiato il volto dell’Italia: era la Marcia su Roma. Accadeva il 28 ottobre del 1922, novant’anni ieri. Sappiamo tutti dove sarebbero andati a finire quei ragazzi, per cosa e per chi molti di loro sarebbero andati a morire. Non fu eroico il loro futuro né ciò che costruirono, ma voglio ricordarli come eroi, perché eroica era quella voglia.

COME I RAGAZZI DEL M5S. Post scriptum. Non so perché, ma scrivendo mi sono venuti in mente i ragazzi del Movimento 5 Stelle. Loro in particolare, ma anche  tutti gli altri. È di una dignità immensa la loro voglia di esserci ed è ingiusto delegittimarli con accuse pretestuose, ma davvero mi chiedo dove andranno. Spero che se lo chiedano anche loro. Perché la critica e la voglia, senza un’idea e una prospettiva grande sull’uomo, non bastano. Anzi, qualche volta fanno danno.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

La piccola di Russelsheim debutta al Salone di Parigi in una nuova versione che strizza l'occhio al mondo dei Suv. Ha un assetto rialzato di 18 mm e un look fuoristradistico

Le auto dettano tendenze di stile nella società ma chi le disegna si è trovato spesso in difficoltà quando è stato chiamato a vestire una moto. Anche Pininfarina e Giugiaro hanno fatto fiasco

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana