Google+

Cosa chiede la Provvidenza ai cristiani in questo mondo votato alla morte? Una risposta dal Meeting di Rimini

agosto 30, 2014 Pippo Corigliano

Nei giorni del Meeting di Rimini è lecito alzare lo sguardo e chiedersi: chi salverà l’Occidente? Quest’Occidente che sembra volersi suicidare con una cultura di morte? Una risposta (specialmente in coincidenza col viaggio del Papa in Corea) potrebbe essere: l’Oriente. Quei cristiani d’Oriente (Corea, Filippine, Cina…) immuni dal virus dell’anticlericalismo. Probabilmente sarà anche così ma non possiamo delegare le nostre responsabilità. L’Occidente sarà salvato da quel residuo di cristiani che hanno fede e, malgrado tutto, i cattolici italiani avranno un ruolo fondamentale.

Quali sono le qualità che la Provvidenza sembra richiedere ai cattolici italiani? Il Meeting risponde a questa domanda in modo esemplare anche per coloro che non sono esplicitamente allievi di don Giussani. Salveranno l’Occidente e il mondo intero persone che sapranno essere del mondo senza essere mondani. Persone che sanno «di dover diminuire perché Lui cresca in noi», per dirla con san Giovanni Battista e tutti i santi a seguire.

I percorsi di questa fede sono nuovi rispetto al passato: non la fuga dal mondo ma prendersi il mondo con la propria vita limpida. Prima di tutto il matrimonio: i cristiani di domani saranno i figli degli odierni matrimoni cristiani forti davanti alle avversità. E poi la capacità di riformare la società secondo i criteri indicati dal Papa: una società imperniata sulla persona e sul lavoro e non soltanto sul profitto. Far questo è un problema di fede, non di altra natura.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La show car a batteria al debutto al Salone di Parigi può contare su di un motore da 170 cv e un’autonomia di 600 km. È una hatchback compatta disponibile a guida autonoma e anticipa 30 futuri modelli elettrici Volkswagen. Una rivoluzione.

La nuova ammiraglia della Stella è lunga 6,5 metri, pesa oltre 5 tonnellate ed è caratterizzata da una blindatura in grado di resistere sia alle armi d’assalto sia agli esplosivi. Adotta da un V12 6.0 biturbo da 530 cv. Il prezzo? 1,4 milioni di euro.

Una sella road da 63 grammi per dimostrare dove la tecnologia può portare ma anche un modello specifico da endurance, che offre comfort e supporto extra, e uno dedicato ai biker più esigenti.

La concept giapponese anticipa il design dei futuri modelli Mitsubishi. È dotata di un powertrain ibrido plug-in con tre motori elettrici. Una soluzione che porta in dote la trazione integrale a gestione elettronica e un’autonomia di 120 km a zero emissioni.

La Casa tedesca dedica un inedito pacchetto high performance alla SUV Q3. A un aspetto decisamente aggressivo si accompagnano cerchi in lega da 19 pollici e sospensioni sportive S Line. Aggiornamenti per le versioni Sport, Design ed S Line Exterior.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana