Google+

Primarie Roma. La (comica) verità sui numeri gonfiati dal Pd

marzo 11, 2016 Redazione

primarie-roma-pd-ansa

Il Corriere della Sera oggi offre un sapido articoletto di Monica Guerzoni in cui si tenta di spiegare «il (maldestro) tentativo dei democratici di gonfiare in corsa i dati delle primarie» del centrosinistra celebrate a Roma il 6 marzo. Un pasticcio (con le famose «migliaia di schede bianche» spuntate «tra la sera e la mattina» e «poi calate a furor di commenti indignati», ricorda la cronista) che ha contribuito a “sgonfiare” subito l’effetto della vittoria incassata dal candidato di Matteo Renzi, Roberto Giachetti.

L’OSSESSIONE. Spiega il Corriere che il partito del premier aveva fissato una precisa asticella per valutare l’accettabilità dell’evento in termini di partecipazione: «Roberto Morassut (principale sfidante di Giachetti, ndr) lo aveva dichiarato apertis verbis prima della sfida: “Un’affluenza sotto i 50 mila votanti sarebbe imbarazzante per il Pd”». Così quella cifra, scrive la Guerzoni, è diventata una «infelice suggestione» che si è fissata nella testa dei dem al punto da renderli «ossessionati dall’ansia dei numeri». E l’ossessione, si sa, in quanto a capacità di offrire cattivi consigli è perfino peggio della fretta.

IL PANICO. Infatti, prosegue l’articolo, «alle 11 di domenica il commissario Orfini telefona a Giachetti e Morassut» per diramare «entusiasmo» tra le milizie. «Ci sono file in tutti i seggi», dice. E spara: i votanti alle primarie sono «già ventimila». Commenta la giornalista del Corriere: «Il dato, al quale il Pd si è impiccato per tutto il giorno, si rivelerà sovrastimato di parecchio. Alle ore 15 infatti Morassut viene a sapere dai suoi che le schede non sono, a quell’ora, più 18 mila». Mentre un paio d’ore più tardi «i votanti sono circa 30 mila». Altro che 50 mila. A quel punto Morassut se ne infischia dell’entusiasmo suggerito da Orfini e «lancia l’allarme con un comunicato in cui giudica insufficiente la partecipazione».

LA TOPPA. Alla sera, giunto il momento fatidico di smontare seggi e gazebo, il ras renziano del Pd romano (il solito Orfini) ci riprova. Chiama di nuovo Giachetti e Morassut: «Ragazzi, forse ce la facciamo a toccare quota 50 mila… Sarebbe un bel risultato per tutti». Domanda del Corriere: «Un invito a chiudere un occhio sui numeri, per il bene della ditta?». Chissà. In ogni caso, «la sinistra non ci sta, teme trucchetti a vantaggio di Giachetti e chiede ai vertici del Pd di diffondere i dati seggio per seggio».

Ed ecco il gran finale della cronachetta:

«Girava l’idea di aggiustarsela», conferma sottovoce un deputato renziano in Transatlantico. E spiega il suo imbarazzo: «Una volta queste cose le sapevamo fare. Se il Nazareno diceva che dovevamo arrivare a 50 mila era 50 mila, punto. E certo non si veniva a sapere».

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

5 Commenti

  1. Sebastiano scrive:

    “Oggi le Comiche” è in replica anche a Napoli.



    Redaziò, posso scrivere almeno questo, visto che gli altri commenti sono stati cassati?

  2. Rolli Susanna scrive:

    Ma ‘ste robe succedono solo in Italia? Ditemi, per favore…

  3. Nino scrive:

    Quando c ‘erano il PCI e la DC certe cose non accadevano (o almeno se accadevano erano segreti ben conservati)

  4. giuliano scrive:

    tutte le elezioni dal 1945 ad oggi, la sinistra le ha abbondantemente truccate, diciamo almeno un 5% sottostimando

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se fosse una compagna di scuola, la Peugeot 308 sarebbe la classica ragazza seduta nei banchi della seconda fila; precisa, puntuale, concreta e in grado di ottenere ottimi risultati. Però poco appariscente. La tipica studentessa che pochi notano e che i professori danno per scontato sia in grado di ben figurare in ogni frangente. Ora, […]

L'articolo Prova nuova Peugeot 308 proviene da RED Live.

Il suo logo a forma di ruota spicca su caschi, capispalla, piumini, borsoni, zaini, bracciali in argento e foulard in seta, e non a caso. La collezione di abbigliamento e accessori uomo/donna Milano 1914 trae difatti la sua identità da EICMA, il Salone internazionale delle moto, la cui prima edizione è datata 1914, appunto. E […]

L'articolo Milano 1914, nuova collezione e corner al Boscolo proviene da RED Live.

La scelta di un’automobile è una decisione che dipende dall’utilizzo che se ne vuole fare. Chi ha bisogno di un mezzo da guidare esclusivamente in città, sarà orientato verso un’auto più compatta e maneggevole; se la vettura accompagnerà spesso la famiglia in gite fuori porta, ruote grandi e ammortizzatori rinforzati saranno determinanti; se il conducente […]

L'articolo Il cambio: tipologie e caratteristiche (automatico/semiautomatico/manuale) proviene da RED Live.

In sella a una delle moto più speciali mai prodotte da BMW. La HP4 Race porta all’estremo il concetto di moto sportiva. Leggerissima potentissima, va fortissimo ma non è un mostro impossibile da domare, anzi… 80.000 euro sono tanti? Forse, ma dopo averla guidata potresti cambiare idea.

L'articolo Prova BMW HP4 Race proviene da RED Live.

Con il nuovo Kymco AK 550, la Casa di Taiwan punta dritta al cuore del mercato dei Top Scooter bicilindrici. Il prezzo è interessantissimo (9.190 euro in offerta lancio) ma i contenuti tecnologici sono tutt’altro che di serie B. Anzi!

L'articolo Prova Kymco AK 550 proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana