Google+

Il demonio si accanisce sulla Chiesa e la Chiesa si riempie di fatti luminosi

luglio 13, 2013 Pippo Corigliano

Sembra una scena apocalittica. Da una parte gli organi di stampa internazionali si accaniscono contro i presunti scandali della Chiesa cattolica mentre dall’altra emergono figure luminose come papa Francesco e Benedetto, si prospetta la prossima canonizzazione di Giovanni Paolo II e papa Giovanni, e ci viene donata un’enciclica che è una sintesi viva della nostra fede. È come se il demonio si accanisse a gettare fango mentre emergono queste poderose figure ed eventi carichi di luce. È come se la Provvidenza ci dicesse che i tempi duri stanno finendo e che la fede in Dio e il buon senso sono sul punto di trionfare.

Il traguardo non è vicino ma è raggiungibile. A me spetta contemplare l’esempio e ascoltare le parole di papa Francesco. Devo rendermi conto che la mia amicizia con Gesù deve rafforzarsi e diventare più operativa. Devo rompere gli schemi in cui sto vivendo come Francesco sta rompendo quelli papali. La visita a Lampedusa è un richiamo per me. Devo tagliare tutto ciò che è frivolo e inutile. Devo andare al sodo e dedicarmi ai miei compiti senza troppe vacanze, come fa il Papa. Lo ha detto chiaramente: occorre che i cristiani abbiano un cuore di padre e di madre, se no non va. Lo Spirito Santo soffia in questa direzione: restituire agli uomini il cuore, reso arido da un materialismo eccessivo, assieme alla gioia e al sorriso di chi pensa agli altri e non a se stesso, di chi trova la sua forza davanti al Tabernacolo, di chi lavora per amore. Maria c’insegna la strada.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

4 Commenti

  1. argentina scrive:

    scrivi da dio!

  2. leo aletti scrive:

    E’ una scena apocalittica e il tempo si fa breve per cambiare andare contro corrente, uno non ci sta vada pore all’inferno con le sue gambe. Uomo avvisato mezzo slvato, l’altra metà la giochi liberamente tu ,io tutti. Ciao.

  3. Marco scrive:

    “si accaniscono contro i presunti scandali della Chiesa cattolica ”
    Ne avete di coraggio per scrivere queste cose.

  4. Matteo scrive:

    La chiesa cattolica e’ ricca di stupende persone quanto di efferati delinquenti ma molto spesso non ci si rende conto di quale sia il problema di fondo. Ci sono pedofili e stupratori nel clero? Certo. Ci sono sant’uomini e sante donne? Certo. Ma nella leadership del clero in quanti li difendono? Facendo nomi e cognomi quando posso vorrei ricordare il caso di Don Mauro Stefanoni [che si faceva chiamare in un modo tanto volgare dai suoi “protetti” che non posso scriverlo]. Don Mauro era un pedofilo. Impossibile da negare per quanto preti della zona dissero che chi se la prendeva con lui era corrotto da satana facendo passare pessimi momenti sociali ai familiari dei violentati. Poi arrivo un vescovo, monsignor Alessandro Maggiolini, che uso’ la sua influenza per proteggere e occultare il caso. Il vescovo fu indagato per favoreggiamento e occultamento di prove, doveva anche andare in galera ma “qualcuno di Roma” gli diede la cittadinanza vaticana facendo diventare il caso di competenza internazionale, i tempi si allungarono tanto che Maggiolini mori’ di vecchiaia.
    Vittorio Vergani, non si attacca la chiesa per pedofilia, ma il sistema che difende la pedofilia. Dire che chi vuole dei pedofili [e chi li aiuta] in galera non e’ altro che chi non vuole accettare che possa esistere Dio nella propria vita farebbe meglio a rileggere la Bibbia. Persino il nuovo testamento e’ alquanto duro con “chi fa scandalo”. Gesu’ non credo che giudichera’ bene i vescovi e cardinali che vogliono mettere tutto a tacere per “difendere la chiesa”… non e’ cosi’ che si difende…

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Estrema tanto nell’aspetto quanto nella meccanica, la concept coreana anticipa la prima sportiva affidata al reparto Hyundai N. Adotta un 2.0 turbo benzina da 380 cv abbinato a un cambio a doppia frizione e alla trazione integrale.

La seconda generazione della SUV tedesca cresce nelle dimensioni e adotta soluzioni hi-tech in ambito sia multimediale sia di sicurezza. Mediamente più leggera di 90 kg, può contare su motori turbo benzina e diesel con potenze da 150 a 286 cv.

La seconda generazione della berlina ibrida plug-in nipponica percorre 100 km con un litro di benzina e sino a 50 km in modalità elettrica complice la ricarica solare al tetto. Confermato il powertrain ibrido da 122 cv. La batteria si ricarica in poco più di 3 ore.

Il design richiama elementi cari sia alle sportive BMW sia alle vetture maggiormente votate all’off road. La concept bavarese anticipa una nuova SUV coupé derivata da X1 che entrerà in produzione nel corso del 2017.

Ecco le nostre proposte per un fine settimana a pedali, a motore ma non solo. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana