Google+

Palazzo Strozzi presenta Bronzino

gennaio 17, 2011 Mariapia Bruno

«Lunga opera sarebbe voler di tutti [i ritratti] fare menzione. Basta che tutti furono naturalissimi, fatti con incredibile diligenza, e di maniera finiti che più non si può desiderare». Così Giorgio Vasari elogiava le opere perfettamente eseguite da Agnolo di Cosimo, in arte Bronzino, uno dei più grandi pittori protagonisti della fiorente scena artistica fiorentina del Cinquecento. Tipico esempio di artista di corte, fu il pittore preferito di uno dei più potenti mecenati di tutti i tempi, Cosimo I de’ Medici, per il quale eseguì magnifici ritratti come quello ritraente la sua prima moglie Eleonora da Toledo e il figlio Giovanni. Le sue splendide opere, caratterizzate da un aristocratico linguaggio figurativo, hanno fatto, in questi ultimi cinque secoli, il giro del mondo, venendo acquisite dai più grandi musei italiani e internazionali.

Adesso, al Palazzo Strozzi di Firenze è possibile ammirare, per la prima volta in assoluto, la maggior parte dei suoi dipinti visitando (fino al 23 gennaio 2011) la grande retrospettiva intitolata Bronzino. Pittore e poeta alla corte dei Medici. Attraverso un tracciato espositivo cronologicamente e tematicamente definito è possibile comprendere appieno l’evoluzione del percorso artistico del pittore, dalle prime opere giovanili realizzate sotto la guida del Pontormo, ai ritratti eseguiti per i Medici e per i coniugi Bartolomeo e Lucrezia Panciatichi, ai dipinti di carattere religioso come la Sacra Famiglia degli Uffizi e il Cristo Crocifisso, opera per molto tempo ritenuta perduta che incontra ora, per la prima volta dopo il suo ritrovamento al Musée des Beaux Arts di Nizza, lo sguardo del pubblico. Chiudono il percorso alcune opere eseguite dal “secondo Bronzino”, ovvero Alessandro Allori, l’allievo che più di tutti ha accolto l’eredità compositiva del maestro sviluppando la sua stessa ieratica eleganza. Ne è un esempio il bel Ritratto di Ortensia da Montauto degli Uffizi. <<Non muor chi vive come il Bronzin visse:>>, diceva lo stesso Allori, <<l’alma è in ciel, qui son l’ossa, è il nome in terra illustre, ov’ei cantò, dipinse e scrisse>>.
 


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana