Google+

Orsù Scalfari, un po’ di misericordia

Eugenio, un po’ di misericordia.

Nell’articolo domenicale, Scalfari ricorda la figura grande (siamo d’accordo) di Enrico Berlinguer, in particolare perché riuscì a divincolarsi dall’Urss e dalla ideologia leninista, e quindi democratizzare il Pci.

Per spiegare la necessità di sostenere la sua politica, cita un altro politico importante di quei tempi, Ugo La Malfa, e a lui fa dire come la difesa della politica di Berlinguer dovesse anche passare attraverso l’inibizione di Craxi, definito “miserabile” (non siamo d’accordo).

Essendo che Craxi è morto da gran tempo, e forse i giovani non sanno neanche più chi sia, un po’ di misericordia, Eugenio, sarebbe opportuna. O la misericordia è da chiedersi solo ai preti, considerato che Berlinguer riformista è – scrive il nostro – da paragonarsi a papa Francesco.

Ma c’è dell’altro.

La grandezza di Berlinguer fu nella capacità di immaginare governi che sapessero superare steccati pregiudiziali con i partiti concorrenti.

Siamo d’accordo, anche su questo.

Il problema è che in questi ultimi vent’anni, Scalfari e i vertici della sinistra hanno definito “miserabile” il Berlusconi; così per vent’anni non c’è stata politica, quella politica che sa trattare e costruire.

Renzi ha fatto quel che la sinistra scalfariana non ha mai neppure lontanamente considerato, e su di lui i benpensanti di sinistra tacciono, lo sopportano per convenienza e lo aspettano al varco.

Non siamo renziani, ma questo glielo dobbiamo, perché ha trattato con l’opposizione “miserabile” per costruire qualcosa che serva al Paese. Speriamo, per il Paese, che ce la faccia.

Il fatto è che questi laici atei, che non sono trascendenti, non sono neanche immanenti, cioè realisti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arexons lancia un’applicazione per rispondere a dubbi e curiosità sui prodotti più indicati per la cura e la manutenzione dell’auto.

La monovolume coreana, disponibile anche a sette posti, beneficia di un restyling di metà carriera che porta in dote inedite dotazioni multimediali e di sicurezza. Grazie a un nuovo pack tecnico si riducono i consumi del 1.7 td da 115 cv.

Debutta a Parigi l’edizione limitata a 50 esemplari della serie speciale ispirata al marchio nautico italiano. Alla dotazione full optional e alle finiture ricercate si accompagnano motori a benzina 1.2 aspirato da 69 cv o 0.9 TwinAir turbo da 85 o 105 cv.

Grazie alla partnership con l'azienda di Asolo, l'airbag per motociclisti entra nella collezione BMW Motorrad. Ci sono proposte di vari colori, per uomo e donna.

Gli atleti dello scatto fisso saranno a Milano, il 1 ottobre, per giocarsi la vittoria finale del Red Hook, il criterium più ardito del mondo.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana