Google+

Noterella a margine sul premio Cultura cattolica a monsignor Luigi Negri

Una breve riflessione intorno al giustamente prestigioso Premio internazionale di Cultura Cattolica di Bassano del Grappa, attribuito quest’anno, e ne siamo lietissimi, a Sua Eccellenza Mons. Luigi Negri.

In che senso si può parlare di cultura cattolica?

La cultura è generata da un’esperienza di vita: se questa esperienza è vissuta nell’incontro con il Cattolicesimo, allora la cultura può a buon diritto definirsi cattolica.

L’esperienza cristiana è risposta ragionevole, adeguata, al bisogno umano; essendo razionale, tutti vi si possono riconoscere. E’ universale.

Aggettivare la parola cultura, in questo senso, può essere retorico o fuorviante, se riduce la cultura e l’esperienza che la genera a opinione. Mentre indicare un’origine particolare non significa escludere l’universalità delle conseguenze.

Perciò, quando Mons. Negri afferma che la cultura cattolica, o quello che ne resta, rischia di rimanere subalterna o di avere bisogno di una certificazione resa altrove, ci domandiamo se non stia dicendo che rischi di affievolirsi l’esperienza di vita cristiana come ragionevolezza del vivere e venga meno la cultura, senza aggettivi, al mondo tutto.

Infatti, se da qualche parte ci fosse cultura essa sarebbe cattolica, cioè universale, perché ragionevole.

E viceversa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. alessandro scrive:

    concordo pienamente con quanto affermato

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Debutta in Brasile la nuova generazione della SUV americana di medie dimensioni. Attinge allo stile dell’ammiraglia Jeep, non rinuncia a una discreta propensione all’off road e può contare su di una ricca dotazione multimediale e di sicurezza. In Europa nel 2017.

La concept car Trezor mostra al Salone di Parigi come potrebbero essere le Renault sportive di domani: elettriche, connesse e a guida anche autonoma

Lo step da 120 cv del 1.6 td Fiat è ora abbinabile alla trasmissione a doppia frizione DCT a 6 rapporti. La nuova dotazione, proposta al probabile prezzo di 1.900 euro, è dedicata alla famiglia Tipo e alla crossover 500X.

Per la nuova stagione i tecnici si concentrati soprattutto sulle prestazioni del motore. Grazie al lavoro di sviluppo, il grosso monocilindrici guadagna 6 cv e 3 Nm.

La compatta elettrica francese adotta un nuovo pacco batterie da 41 kWh che porta a 400 km l’autonomia. Debuttano il ricercato allestimento Bose e i servizi Z.E. Trip e Z.E. Pass per semplificare la ricarica presso le colonnine pubbliche. Prezzi da 25.000 euro.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana