Google+

Non solo le statue. Censurate per Rohani pure le custodi

gennaio 28, 2016 Redazione

venere-capitolina-rohani-ansa

Il caso delle statue “nude” dei Musei Capitolini censurate con pannelli di compensato per non “offendere” il presidente iraniano Hassan Rohani in visita a Roma non solo ha assunto proporzioni internazionali, ma a ogni ora che passa regala al pubblico un nuovo imbarazzante particolare.

INDAGHEREMO. Così, mentre il governo Renzi manifesta tutta l’intenzione di passare per incolpevole e per questo promette indagini interne per individuare il responsabile della «scelta incomprensibile», Repubblica rivela che quella di coprire col burqa la Venere Capitolina non è stata l’unico discutibile “convenevole” adottato per l’ospite.

IL SORTEGGIO. Scrive Giovanna Vitale che i custodi della struttura «sono offesi e indignati» e sono stati «obbligati alla consegna del silenzio» con un «ordine perentorio partito dall’alto». Tuttavia qualcuno (una donna) ha accettato di parlare con il quotidiano romano e ha raccontato un dettaglio della vicenda forse perfino più assurdo di quelli emersi finora: «Lunedì pomeriggio – rivela la fonte di Repubblica – ci hanno fatto venire per il solito turno e poi ci hanno rispediti a casa. Tutti, tranne cinque, quelli che gli servivano per l’accoglienza. Sono stati estratti a sorte, ma solo tra gli uomini. Ci hanno detto che le donne non sarebbero state gradite. Anche questo abbiamo dovuto sopportare».

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

8 Commenti

  1. Sebastiano scrive:

    Se una cosa del genere l’avesse anche solo pensata il governo opposto, li avrebbero passati per le armi in pubblica piazza.
    Che squallore, una simile calata di braghe non s’era mai vista in tutta la storia della repubblica.

  2. Menelik scrive:

    Mi sa tanto che l’unico UOMO che ha visitato Rohani nel suo viaggio italiano è stato il Papa.
    Si, l’unico Uomo.
    Il resto, pagliacci al servizio dei poteri forti.
    Ci sono due sole istituzioni italiane a cui do ancora fiducia:
    l’Esercito Italiano e la Chiesa Cattolica/Vaticano.
    Il resto…non sono buone neanche da farci il brodo !

    • daily express scrive:

      Beato Lei che ha fiducia di queste due “istituzioni” – già chiamarle così dovrebbe essere considerato reato –: ma forse Lei non sa dei riti satanici praticati all’interno della setta conciliare e dell’esercito.

  3. ROLLI SUSANNA scrive:

    Mannaggia che leggono i miei occhi!!La sinistra dei diritti-diritti-diritti lascia a casa -a riposo le custodi donne? Ordini dall’alto? Dettami dall’alto? Obblighi incontrovertibili dall’alto?
    Scusatemi tanto, vado fuori un attimo a far scoppiare una risata di tuono, così in casa non disturbo.Poi torno.
    A presto!!! AH! Ah! aiuto!!!

    • daily express scrive:

      Non sarà forse più grave che il cd. papa, nella sua visita di sottomissione alla sinagoga, si è nascosto il crocifisso? Un bell’articolo su questo, voi che vi definite cattolici, non potreste farlo?

      • Mappo scrive:

        Daily Express, una bella camomilla no? Oppure il tuo è solo un gayo trolleggiare?

      • Susanna Rolli scrive:

        Daily troll Express,
        ognuno renderà conto del suo. Quando faranno l’articolo che tanto brami tu -sempre che la notizia sia vera- commenterò: per ora mi limito a commentare ciò che leggo.
        Adieu.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana