Google+

«Non protestate, mi hanno arrestato per il mio bene». Lettere che solo in Cina

febbraio 26, 2016 Leone Grotti

gu-yuese

«Io credo che questa indagine sia per il mio bene». È questo uno dei sorprendenti contenuti della lettera scritta dal carcere al suo gregge cristiano dal pastore protestante Gu “Joseph” Yuese (nella foto), arrestato il 28 gennaio alle 4 di pomeriggio con l’accusa di aver sottratto generici “fondi” e rinchiuso al centro di detenzione della municipalità di Hangzhou.

L’EPURAZIONE. Il pastore era a capo della chiesa di Chongyi, a Guangzhou, la più grande tra quelle riconosciute dal partito comunista nel Movimento delle tre autonomie (che regola i cristiani protestanti così come l’Associazione patriottica regola i cattolici). Non solo, Gu era membro del comitato permanente del Consiglio cristiano cinese (Ccc) e a capo del comitato provinciale del Zhejiang del Ccc. Un pezzo molto grosso insomma. Ma è d’obbligo usare il passato: quando Gu ha criticato il governo per aver demolito almeno 1.700 croci e distrutto decine di chiese dall’inizio del 2014, il partito comunista ha deciso di farlo fuori arrestandolo ed estromettendolo da tutti i suoi incarichi.

LA LETTERA. In una lettera diffusa dai suoi avvocati in occasione del Capodanno lunare, e tradotta da ChinaAid, Gu scrive di «essere in buona salute», chiede «a tutti di sostenere il pastore Zhang Zhongcheng (che è stato messo dal partito al suo posto, ndr) come avete sostenuto me» e rivela di essere contento in prigione perché «ho più tempo per pregare per voi».

«ABBIATE FEDE NEL GOVERNO». Infine, afferma nella lettera, «credo che questa indagine sia per il mio bene. Per piacere, abbiate fede nel nostro governo e nel nostro dipartimento di giustizia. Loro lavoreranno in modo rigoroso, obbedendo alle leggi e portando alla luce la verità con imparzialità, giustizia e trasparenza. Loro correggeranno ogni sbaglio, se ce ne sono stati, e ci proteggeranno se non sono stati commessi. Invece che riunirvi, protestare e fare domande, per piacere, pregate! Penso che questa indagine sia vantaggiosa».

lettera-gu-yueseSOTTO DETTATURA? Non c’è da stupirsi se tanti cristiani hanno accusato la polizia di avere costretto il pastore a scrivere questa lettera sotto dettatura. L’elogio dell’imparzialità, della giustizia e della trasparenza del governo sfiora infatti il ridicolo, essendo tutti, dentro e fuori la Cina, a conoscenza della totale assenza di queste tre qualità nell’azione delle autorità verso chi le critica. Che le indagini siano condotte nel rispetto della legge, infine, è un’affermazione incredibile visto che lo stesso Gu è stato fatto sparire senza neanche la formulazione formale di un’accusa (arrivata a quasi un mese dall’arresto).

CONFESSIONI. Dall’arrivo al potere di Xi Jinping nel novembre del 2012, quando è diventato segretario del partito comunista e solo dopo presidente del paese, dichiarazioni e confessioni forzate come quelle rilasciate da Gu si sono fatte sempre più frequenti. Solo negli ultimi due mesi, due arrestati (Gui Minhai e Peter Dahlin) sono comparsi in televisione in prima serata e si sono autoaccusati di diversi crimini, prima ancora che cominciasse il processo. Quando attivisti e ufficiali del paese di provenienza – entrambi sono dotati di cittadinanza svedese – hanno protestato, sono uscite lettere e dichiarazioni degli interessati nelle quali chiedevano alla Svezia di non immischiarsi nei loro casi. Solo in Cina le persone arrestate non solo si dichiarano colpevoli prima ancora di sapere di che cosa sono formalmente imputate, ma chiedono ai propri difensori di non essere difesi. Sarà per la travolgente fiducia nell’imparzialità del governo.


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. giuliano scrive:

    metodi simili li usa anche la magistratura rossa italiana, quando il PD decide di far fuori qualche avversario scomodo

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sul mercato dal 2010 e aggiornata nel 2014, la Lexus CT200h iniziava a soffrire di uno sdoppiamento della personalità. A una meccanica moderna si accompagnava infatti una linea ardita sì, ma ormai un po’ datata. Una contrapposizione ora sanata dalla divisione di lusso Toyota che sottopone la propria berlina ibrida a un restyling sia estetico […]

L'articolo Lexus CT200h MY18: il cuore non si tocca proviene da RED Live.

Vernice opaca Verde Alpi, vetri posteriori oscurati e un’indole sportiveggiante: la Fiat 500X, una delle SUV compatte più apprezzate sul mercato, debutta nell’inedito allestimento S-Design, disponibile sia per la configurazione “cittadina” City Look sia per quella più fuoristradistica Off-Road Look. Prezzi da 19.950 euro. Vernice satinata a 1.300 euro La Fiat 500X, che condivide la […]

L'articolo Fiat 500X S-Design: urban look proviene da RED Live.

Il Festival della velocità si avvicina e, come ogni anno, la McLaren celebra il rito di Goodwood con una novità. Quest’anno tocca alla 570S Spider, vettura che va ad ampliare la gamma delle Sport Series in attesa dell’entrata a listino della nuova 720S, massima esponente della famiglia Super Series. Trasmissione a doppia frizione Non manca […]

L'articolo McLaren 570S Spider: io non ingrasso proviene da RED Live.

AMR, come Aston Martin Racing. La divisione sportiva della Casa inglese presenta una versione estrema della supercar Vantage, disponibile in configurazione sia coupé sia roadster e con entrambi i propulsori in gamma, vale a dire il V8 4.7 e il V12 6.0. Punto di congiunzione tra la strada e la pista, la Vantage AMR mutua […]

L'articolo Aston Martin Vantage AMR: la pista nelle vene proviene da RED Live.

Secondo le previsioni di Kia il segmento dei cosiddetti B-SUV sarà quello che avrà la maggior crescita nei prossimi anni. I vertici della Casa si aspettano che nel 2020 in Europa la quota di mercato dei SUV compatti salga al 10%, con un volume totale di due milioni di pezzi venduti. Con questa prospettiva hanno […]

L'articolo Vista e toccata – Kia Stonic proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana