Google+

Nessuna “catastrofe” per il virus Dns. L’ansia da previsione tritura il nostro oggi

luglio 11, 2012 Franco Molon

Scusate, qualcuno di voi sa qualcosa della catastrofe di internet avvenuta ieri? Sì, la faccenda del virus dei Dns che doveva essere l’armageddon della rete; l’Fbi che spegne i server di protezione e tutto il resto. No, niente. Un’altra previsione sbagliata, mi par di capire.

Non certo la sola. Sempre rimanendo alla giornata appena trascorsa: la produzione industriale doveva scendere dello 0,5 e invece è salita dello 0,8; la disoccupazione doveva crescere e invece si è limata al ribasso dello 0,1.

Previsioni, previsioni, ognuno ha la sua: l’Ocse, il Fmi, la Camera di Commercio di Mestre, Confindustria, la Cgil, le società di rating (loro le chiamano outlook); tutte diverse, tutte con la stessa probabilità di avverarsi, quella della moneta: testa o croce.

Da dove viene tutta quest’ansia di sapere prima come andrà a finire che ci tormenta dai tempi della Sibilla Cumana? Più profezie sbagliamo e più ne facciamo. Con la preveggenza muoviamo i mercati e affossiamo le nazioni.

Cosa è, infatti, la crisi se non la previsione che forse non ripagheremo i debiti? Sulla base di quello che pensiamo sarà il domani trituriamo senza pietà il nostro oggi.

Quando poi il futuro non ci sta bene tarocchiamo bilanci, tassi di interesse bancario e partite di calcio, per essere certi che andrà a finire proprio come pensiamo.

Per quello che mi riguarda ne ho piene le tasche di tutte queste previsioni aruspiche fatte sulle nostre budella. Nutro nei confronti dei grafici di un analista di borsa la stessa stima che provo per le carte di una zingara.

Forse se ci concentrassimo sulla realtà invece che sui fondi del caffè staremmo tutti meglio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

3 Commenti

  1. Carlo Candiani scrive:

    “Ansia da previsione” mi fa impazzire! Caro Molon, hai dimenticato quelle metereologiche, con la temperatura “percepita”: vero e proprio terrorismo mediatico. Altro che la previsione …ops …la profezia dei Maya!

  2. Fabio scrive:

    ‘Crisi’ al giorno d’oggi vuol dire ‘dobbiamo assolutamente pagare stipendi e pensioni pubbliche e non sappiamo come fare’ .

    Non basta più aumentare a dismisura la violenta tassazione, non basta più prendersela con lo pseudonemico l’evasore fiscale, non basta più bloccare le assunzioni nel pubblico…..
    Ormai l’esercito dei dipendenti pubblici/statali è sterminato e gli impegni pensionistici già assunti sono talmente enormi che neanche sono contabilizzati nel debito pubblico (che altrimenti dovremmo considerare per il triplo dell’importo oggi reso pubblico).

    Ormai la casta, il blocco sociale parassita pubblico è come la mafia che prende in ostaggio la società civile: sono determinati a non affogare e faranno di tutto per prendere i soldi e ricchezze della parte produttiva della popolazione, almeno di quella che non s’è ancora impiccata.
    E’ una guerra che dura da parecchio tempo e non finirà presto, come in urss coi kulaki finirà quando arriveranno con l’esercito ad armi spianate a prendere chi è ancora rimasto.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arexons lancia un’applicazione per rispondere a dubbi e curiosità sui prodotti più indicati per la cura e la manutenzione dell’auto.

La monovolume coreana, disponibile anche a sette posti, beneficia di un restyling di metà carriera che porta in dote inedite dotazioni multimediali e di sicurezza. Grazie a un nuovo pack tecnico si riducono i consumi del 1.7 td da 115 cv.

Debutta a Parigi l’edizione limitata a 50 esemplari della serie speciale ispirata al marchio nautico italiano. Alla dotazione full optional e alle finiture ricercate si accompagnano motori a benzina 1.2 aspirato da 69 cv o 0.9 TwinAir turbo da 85 o 105 cv.

Grazie alla partnership con l'azienda di Asolo, l'airbag per motociclisti entra nella collezione BMW Motorrad. Ci sono proposte di vari colori, per uomo e donna.

Gli atleti dello scatto fisso saranno a Milano, il 1 ottobre, per giocarsi la vittoria finale del Red Hook, il criterium più ardito del mondo.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana