Google+

Nelle opere di Nazafarin Lotfi l’amore non è più a prima vista

dicembre 27, 2012 Mariapia Bruno

Dimenticatevi il “love at first sight”, ovvero l’amore a prima vista. Qui l’artista si distacca dalla fase passionale con cui ha creato l’opera, innalzando un ponte dal momento del concepimento fino a un punto estremo di non ritorno che solo lo spettatore potrà attraversare. In questo modo l’atto creativo diventa un pretesto per suscitare riflessioni istintive, libere e non imposte e per ritrovare un nuovo legame con l’opera, per iniziare ad amarla sotto un altro punto di vista. Ecco cosa racconta la personale italiana di Nazafarin Lotfi intitolata Love at last sight, che aprirà dal 15 gennaio al 9 marzo del 2013 presso al Brand New Gallery di Milano, di un amore in divenire verso un’opera che diviene il punto di partenza di un lavoro successivo.

Sono lavori monocromi, grigi, bianchi, neri, cubici, composizioni scandite dalla transitività dei materiali, dove le superfici assorbono la luce e spengono ogni forma di visibilità. Forti gli spunti architettonici, prediletti dalla giovane artista iraniana classe 1984, come gli spazi vuoti e le interruzioni che rappresentano un invito verso l’ignoto, verso i confini smussati e offuscati.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana