Google+

Mostra – Sotto il cielo stellato di Marco Victor Romano

ottobre 12, 2015 Mariapia Bruno

RID Marco Victor Romano _UNA serie I n° 5, 2012-15 stampa digitale, cm 85x52,5E’ un gesto naturale per l’uomo quello di alzare la testa e fissare il cielo stellato. Lo fa fin dalla notte dei tempi. La curiosità verso quello spazio lontano e misterioso, con quelle luci scintillanti, che pian piano prendono il nome di stelle e pianeti, ha suscitato emozioni e turbamenti: ci si sente così piccoli di fronte a tale visione che fa sognare e immaginare cosa ci può esser al di là della nostra terra. Marco Victor Romano è uno dei tanti artisti che si è lasciato ispirare dalle stelle: il risultato di questa visione “naturale e primordiale” si è cristallizzato in una serie di opere create con media diversi – dal video, alla fotografia, alla scultura in metallo e ceramica, alla pittura, all’istallazione. Alcune le possiamo ammirare – fino al prossimo 31 dicembre – sparse nella tenuta di Castelfalfi (frazione di Montaione, vicino Firenze), presso la Galleria Nuvole Volanti, la Casa Argelà-Gucci e il Castello.

RID Marco Victor Romano A & Ω serie I visione d’insieme 2012 2015, ceramica, dimensioni variabiliLa mostra si intitola Micromacrocosmi ed è composta da una serie di opere site-specific, tra cui le mappature del cielo stellato della località ospitante, delle diverse costellazioni e della Luna. Non viene di certo trascurato il nostro amato pianeta Terra: a lui l’artista dedica la serie di scatti intitolata  _UNA: la tecnica è una variante di light painting, la “pittura fotografica”, basata su rotazioni e movimenti dell’apparecchio di ripresa che restituisce la magia della notte. Le istallazioni battezzate eLevAzione, leggere e ariose, sono composte di palloncini bianchi gonfiati di elio attaccati a canne da pesca: è il visitatore a decidere quanto allungare o accorciare il filo del mulinello. Interessanti anche le maioliche della serie A&Ω e i metalli di Evoluzione infinita: questi ultimi riproducono morfologicamente le costellazioni, tra cui spicca quella dell’Acquario, segno zodiacale dell’artista, transitante sui cieli d’Italia nel mese di ottobre, il mese in cui la mostra è inaugurata. A chiudere il percorso espositivo il video 7:33T, girato di notte lungo la tratta ferroviaria Napoli-Benevento. Ruotando lentamente e continuamente la cinepresa l’artista trasforma le luci artificiali dei lampioni in costellazioni fluttuanti, creando così l’impressione della nascita di nuove stelle nello spazio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana