Google+

Mostra – Realtà e artificio, inclusione ed esclusione nelle opere di Gioacchino Pontrelli

febbraio 23, 2015 Mariapia Bruno

Pontrelli, Senza titolo, 2013Ne avevamo parlato un po’ di tempo fa di Gioacchino Pontrelli, quando è stato protagonista della mostra intitolata Comportamento Emergente presso la Galleria OltreDimore di Bologna. Adesso la sua pittura, volta ad alterare e trasformare quelle immagini standardizzate a cui la contemporaneità ci ha abituati, è protagonista della galleria Tornabuoni Arte Contemporary Art di Firenze, che ha appena inaugurato una retrospettiva monografica intitolata a suo nome, che resterà aperta fino al 29 marzo 2015. In mostra circa trenta opere, tra quadri e dittici realizzati usando alternativamente colori tradizionali, pitture industriali o pigmenti. Ogni singolo quadro suscita una certa curiosità che spinge ad una indagine visiva più approfondita.

<<Sospesa tra figurazione e astrazione, tra un iperrealismo visionario, a tratti ansiogeno, e una gestualità spontanea, eppure consapevole e calibrata – scrive il critico e curatore Federico Mazzoleni in un testo sull’artista dal titolo Specchi – l’opera di Pontrelli si pone all’insegna di un’immagine sdoppiante, attraverso la quale gli elementi presenti all’interno del quadro si trovano in un rapporto che è insieme dialettico e di frattura rispetto al contesto reale nel quale vengono immessi>>. Sono, dunque, opere che mettono insieme la realtà e l’artificialità, che sembrano alternare l’accoglienza e l’esclusione del pubblico dai luoghi rappresentati, che ci presentano vedute, paesaggi o stanze, immobili, ma allo stesso tempo caratterizzate da forme in divenire.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana