Google+

Mostra – Pontormo e Rosso, legati dalla scuola di del Sarto, duellano a Firenze

giugno 3, 2014 Mariapia Bruno

Pontormo-Visitazione1E’ esaustiva all’ennesima potenza la retrospettiva Pontormo e Rosso. Divergenti vie della maniera, aperta fino al prossimo 20 luglio presso il Palazzo Strozzi di Firenze, lo stesso che nel lontano 1956 aveva accolto la Mostra del Pontormo e del primo manierismo fiorentino, e che adesso ci immette in un cammino divergente attraverso la vita e le opere di due grandi artisti del cinquecento. Nati entrambi nel 1494 e formatisi presso la bottega di Andrea del Sarto, il cui Viaggio dei Magi, che apre la mostra, fa da punto di fuga delle diverse indole compositive dei ben dotati allievi, Jacopo da Pontormo e Rosso Fiorentino assumeranno tratti differenti: il primo, legato ai Medici, di dolce inclinazione stilistica leonardesca, il secondo, vicino all’aristocrazia fiorentina legata a Savonarola e alle istanze Repubblicane, dal gusto più eccentrico e anticonformista.

Andrea_del_Sarto_-_Madonna_of_the_Harpies_-_WGA00370Tra le settanta opere raccolte spiccano la bellissima Visitazione di Pontormo del 1528-30 (un doppio ritratto della Vergine e di Sant’Anna che si guardano tra loro e guardano anche noi), l’Assunzione di Maria di Rosso del 1517 (dove si nota la giustapposizione di colori complementari, piacevolissima alla vista, e la caratterizzazione accurata dei volti degli apostoli, forse influenzate dalle stampe nordiche che circolavano all’epoca) e La Madonna delle Arpie di Andrea del Sarto del 1517 (dallo schema piramidale con la Madonna che tiene in braccio il Bambino al vertice, e San Francesco e San Giovanni evangelista ai lati in basso). Manca la bella pala della Deposizione dalla croce del 1521 di Rosso, rimasta a Volterra dove è al centro di un evento intitolato Rosso Fiorentino. Rosso Vivo. La Deposizione, la Storia, il ‘900, il Contemporaneo, che per i prossimi due anni coinvolgerà diversi spazi della città.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. Orazio Pecci scrive:

    Ma “del Sarto” non è un cognome. Chiamatelo Andrea del Sarto e piantatela di fa’ l’americani.
    Da questa rivista mi aspetto italiano impeccabile e conoscenze approfondite di ogni campo dello scibile :-)

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana