Google+

Mostra – Milano riporta sotto i riflettori il pittore lombardo Bernardino Luini

maggio 12, 2014 Mariapia Bruno

Al culmine della sua carriera, intorno agli anni ’20-’30 del Cinquecento, pare che Bernardino Luini (Dumenza, 1481 – Milano, 1532) fosse il migliore pittore operante a Milano. Forse perché gli altri – da Vincenzo Foppa a Zenale, da Bramantino ad Andrea Solario – erano già morti. Ma la carriera di questo pittore lombardo è costellata di saliscendi: era uno dei pittori preferiti da Federico Borromeo – che raccolse molte sue opere nella Pinacoteca Ambrosiana – e fu molto apprezzato nel XVII secolo, per essere poi considerato un pittore di serie B fino al Novecento, quando fu rivalutato e reinserito nell’Olimpo degli esponenti della scuola lombarda di spunto leonardesco. E adesso la capitale meneghina lo celebra con una ricca retrospettiva che ne ripercorre l’intera carriera artistica, raccontandoci i suoi punti di forza e le sue peculiarità, e mettendolo a confronto con gli altri protagonisti della scena rinascimentale italiana – dalla scuola veneta e Leonardo da Vinci – che in un modo o nell’altro lo influenzarono.

Aperta fino al prossimo 16 luglio presso il Palazzo Reale, Bernardino Luini e i suoi figli offre al pubblico la visione di tele come la bellissima Madonna del Roseto (1510 ca.), di casa a Brera, il tenerissimo Gesù Bambino con l’agnello (1510 -1515 ca.) dell’Ambrosiana, il mesto Sant’Antonio da Padova (1510-1512) del Museo Poldi Pezzoli, l’elegante Ritratto di Signora (1525 ca.), volato fin qui dalla National Gallery of Art di Washington, e l’opera tagliata, come si usava un tempo per esser adeguata alle dimensioni della stanza che l’avrebbe ospitata, Susanna e i vecchioni (1515-1516) proveniente dalla collezione Borromeo dell’Isola Bella. Numerosi anche gli affreschi staccati, come quelli da villa La Pelucca – oggi in gran parte conservati a Brera – commissionati all’artista dal nobile milanese Gerolamo Rabia per la sua dimora nei pressi di Monza: spiccano tra questi le Ragazze al bagno (1513-1514 ca.) e il Corpo di santa Caterina dl’Alessandria trasportato dagli angeli (1520-1523).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se non hai ancora trovato il regalo giusto per te o per i tuoi amici di pedalate esplora la nostra lista di doni. 3EPIC WINTER RIDE – ISCRIZIONI A PARTIRE DA 10 EURO Nutrite una passione per la fat bike e vi piacerebbe farvi il regalo di pedalare sulla neve dal Lago ghiacciato di Misurina […]

L'articolo Bici, le idee regalo per il Natale 2017 proviene da RED Live.

I nuovi Michelin Road 5 alzano l’asticella: c’è più grip sul bagnato rispetto ai Pilot Road 4 e il degrado delle prestazioni è più costante

L'articolo Michelin Road 5, turistiche (non) per caso proviene da RED Live.

Nata dalla collaborazione tra Lapo Elkann e Horacio Pagani, la Pagani Huayra Lampo è una speciale one-off che s’ispira alla mitica Fiat Turbina

L'articolo Huayra Lampo, la Pagani di Lapo proviene da RED Live.

Una M5 è già di per sé abbastanza esclusiva e performante? Non tutti la pensano in questo modo. Tanto che la BMW ha presentato i nuovi accessori della linea M Performance dedicati alla berlina sportiva della Motorsport. Un’anteprima affiancata dall’unveiling della M3 30 Years American Edition. Una versione speciale allestita per celebrare i 30 anni […]

L'articolo BMW M5 M Performance: fibre preziose proviene da RED Live.

I nuovi Kymco People S 125 e 150 2018 si rifanno nel look e sfruttano motori di ultima generazione. Piccole novità anche nella ciclistica, aggiornata e ora più rigida.

L'articolo Kymco People S 125 e 150 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download