Google+

Mostra – Milano ripercorre la nascita del Quarto Stato di Pellizza da Volpedo

ottobre 28, 2013 Mariapia Bruno

Era un tardo mattino di un 25 aprile di fine Ottocento quando sull’imbocco di Via del Torraglio, nella piazza davanti a palazzo Malaspina, simbolo del potere signorile, a Volpedo, Giuseppe Pellizza fece avanzare un gruppo di lavoratori, scaldati da una calda luce primaverile e guidati da due portavoce dal piglio deciso in primo piano. Lo riconosceremmo da lontano quel Quarto Stato, un’idea prima che un capolavoro e un’immagine che fa parte della nostra memoria, che ha invaso i libri di storia e filosofia su cui abbiamo studiato, che ha segnato la nascita di una nuova epoca, l’epoca dell’Italia  unita del XX secolo, l’epoca in cui un popolo, unito dallo stesso nome, marcia e difende le proprie esigenze sociali, le proprie idee politiche, le proprie necessità umane. Era proprio un contemporaneo del suo tempo Giuseppe Pellizza, convinto che la pittura di storia dovesse trattare temi di assoluta attualità.

Ma prima di comporre il pezzo forte del Museo del Novecento di Milano – che dal prossimo 15 novembre al 7 marzo 2014 ospiterà la mostra Giuseppe Pellizza da Volpedo e il Quarto Stato. Dieci anni di ricerca appassionata – ha realizzato una serie di studi e bozzetti. I primi, del 1892, confluirono in una tela dal titolo Ambasciatori della fame, dipinta con larghe pennellate da un punto di vista sopraelevato. Un nuovo bozzetto del 1895 sancisce il cambio di prospettiva e la presa diretta frontale dei protagonisti. A questo punto il passo verso la Fiumana, titolo allusivo a quella schiera di lavoratori che avanzano come un fiume in piena, è breve. Del 1899 è poi Il cammino dei lavoratori, ultimo step prima del Quarto Stato del 1901, sintesi del progressivo raggiungimento di una maturità tecnica, ideale e simbolica. Le figure, rese con piccoli tocchi di pennello, si distribuiscono a schiera lungo tutto il dipinto e si allungano man mano si perdono in profondità, ricordando raffinatezze della pittura quattrocentesca e narrando la verità di un tempo non più trascorso, ma presente e vivo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download