Google+

Mostra – Il cristianesimo di Nagasaki in mostra a Roma

novembre 23, 2015 Mariapia Bruno

世界遺産 長崎Apre oggi presso il Palazzo della Cancelleria di Roma, in Piazza della Cancelleria 1, la mostra intitolata Le Chiese e i Siti Cristiani di Nagasaki che racconta di un territorio, all’estremo occidente del Giappone, i cui tesori sono candidati al riconoscimento tra i patrimoni culturali dell’umanità. E’ una retrospettiva che verte sulla storia del cristianesimo in Giappone, in particolare nella regione di Nagasaki, le cui meravigliose isole sono dominate dai colori paradisiaci del blu e dell’azzurro del cielo e del verde del vasto mare cristallino. E’ un territorio strategico che ai nostri occhi appare molto lontano, una zona del mondo che sin dall’antichità è stata protagonista degli scambi culturali tra Oriente e Occidente e che ha respirato per prima l’avvento della modernità.

1 AnnunciazioneE’ una regione che ha anche come caratteristica quella di saper raccontare il processo del radicamento del cristianesimo in Giappone. L’introduzione della fede cristiana è stata sollecitata dal missionario gesuita Francesco Saverio, che si trovava in loco nel 1549. La diffusione del credo cristiano cominciò, dunque, a partire dal XVI secolo la regione di Nagasaki che divenne il centro delle attività dei missionari. In seguito, a causa dei divieti, delle oppressioni e delle persecuzioni delle autorità politiche del tempo, per un periodo di circa 250 anni i credenti della regione di Nagasaki tramandarono la loro fede costituendosi in comunità clandestine, fino a che, alla metà del XIX secolo, non riuscirono a ricongiungersi alla chiesa cattolica. La mostra romana che racconta la storia di questo processo di recepimento del cristianesimo resterà aperta fino al 29 novembre 2015.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana