Google+

Mostra – Il Caino e Abele del Guercino in mostra a Ferrara

novembre 16, 2015 Mariapia Bruno

Il corpo seminudo di Abele, riverso diagonalmente a terra, viene mostrato in primo piano attraverso un’ardita soluzione prospettica: il punto di vista è molto ribassato e contrasta con la figura di Caino, che vediamo fuggire inghiottito nell’oscurità del fondale. L’opera, intitolata Caino e Abele, risale al secondo decennio del 1600, ed è stata recentemente attribuita ad un giovane Guercino. Le influenze sono quelle dei grandi pittori veneti, come Giorgione, Tiziano e Tintoretto, che il pittore assorbe e mette in pratica a modo proprio, dipingendo gli arti superiori e inferiori in maniera sovradimensionata e rigonfia, e i muscoli scolpiti da una luce calda e opaca, che sottolinea l’effetto drammatico della scena. La composizione, attribuita erroneamente al caposcuola bolognese Guido Reni, prima di essere riscoperta da Andrea Emiliani e Claudio Strinati come figlia del Guercino fu molto apprezzata fuori dai confini italiani: nel corso dell’Ottocento faceva parte della collezione di Sir Thomas William Holburne e successivamente dell’Holburne Museum di Bath.

Caino ed Abele foto di Marco Baldassari (dettaglio 3)Il pubblico italiano la potrà ammirare dal 5 al 13 dicembre prossimo presso il Castello Estense di Ferrara, dove sarà visibile in anteprima assoluta all’interno del percorso museale permanente della sede. La presentazione dell’opera, che avverrà venerdì 4 dicembre 2015, sarà rafforzata da una pubblicazione monografica sull’opera che ricostruisce e contestualizza la giovinezza di Giovan Francesco Barbieri. Il volume contiene un’analisi approfondita del dipinto in questione, con una serie di riflessioni sulle influenze artistiche che hanno influito sullo stile dei primi anni di attività del pittore nato a Cento nel 1591. Non mancano poi dei parallelismi con opere d’arte del maestro realizzate nello stesso periodo. La mostra è promossa da Zanasi Foundation con il patrocinio del Comune di Ferrara, della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia Romagna, con la collaborazione dell’Associazione degli Amici dei Musei e dei Monumenti Ferraresi e dell’Associazione Dama Vivente Castelvetro.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download