Google+

Mostra – Caravaggio e Francesco, un maestro e un santo guidati dalla luce

marzo 31, 2015 Mariapia Bruno

1024px-CaravaggioFrancisPrayerMedita il San Francesco di Caravaggio, inginocchiato davanti la croce e con un teschio in mano. Lo sfondo monocromo sembra quasi assorbirlo, ma lui non se ne rende conto, rapito com’è da preghiere e riflessioni. Sembra lontana anni luce la sua esistenza da quella del Merisi, che l’ha dipinto con le sue mani terrene che, a differenza del Santo, ben conoscevano gesti di rabbia, orgoglio e vendetta. Ma su una cosa si somigliano tanto: entrambi sono alla ricerca della luce. Non importa se questa illumini silenziosamente la strada generosa del primo, o invada violentemente le tele del secondo, se sia una luce guida o una luce manifesta: il risultato non cambia. Quando il pubblico ammirerà il San Francesco in Meditazione di Caravaggio nella mostra Caravaggio e Francesco che inaugura domani, e resterà aperta fino al 19 aprile, presso la Villa Reale di Monza, rimarrà folgorato dallo splendore che gli apparirà davanti. E penserà a Francesco, alle sue buone azioni, e a Michelangelo Merisi, alle sue ineguagliabili opere.

E’ una retrospettiva che ruota attorno a questa sola opera quella promossa dal Consorzio Villa Reale di Monza, dal FEC (ovvero il Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno), dal giornale Il Cittadino di Monza e Brianza e curata da Culture. Il Serrone che la accoglie è come una cappella: pannelli didascalici che introducono vita e opere dell’artista e raccontano la storia del Fondo cui l’opera appartiene guideranno i visitatori in una sorta di via crucis che termina proprio di fronte alla tela, appena arrivata dalla sua sede romana di Palazzo Barberini. E’ un’occasione unica per ammirare l’opera che per la prima volta viene ospitata nel territorio lombardo: un omaggio non solo ai cittadini e alle istituzioni che hanno permesso l’evento, ma anche allo stesso Merisi, che ben presto abbandonò la Lombardia e i luoghi in cui si era formato, per recarsi a Roma, dove avrebbe avuto alti e bassi e grandi commissioni.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana