Google+

Mostra – A Venezia la Hall of Fame del graffitismo

giugno 8, 2015 Mariapia Bruno

08-STO_1929Evento collaterale della 56esima Biennale Internazionale d’Arte di Venezia, la mostra The Bridges of Graffiti vuole farci conoscere da vicino quell’arte di strada nata nella periferia di Manhattan, zona di frontiera tra cultura di massa e di élite, bianco e nero, spazzatura e raffinatezza, e diffusasi in tutto il globo a partire dagli anni Ottanta. Boris Tellegen, Doze Green, Eron, Futura, Mode2, SKKI ©, Jayone, Todd James, Teach e Zero-T sono i 10 artisti prescelti che hanno lavorato insieme alla realizzazione di una singola opera collaborativa che invade gli spazi di Arterminal, una sede espositiva di 3500 mq appena restaurati dedicati ai grandi eventi dell’arte contemporanea.

06-STO_1885Ma non è la prima volta che il pubblico italiano si trova di fronte ad opere rappresentative del graffitismo. Già nel 1984 Francesca Alinovi curò una mostra intitolata Arte di Frontiera. New York Graffiti, che portò nel Bel Paese i principali esponenti del graffitismo newyorchese. E dopo trent’anni è giunto il momento di spolverare il passato per capire come si è evoluta la tendenza, osservando il percorso degli esponenti del writing su muri, molti dei quali hanno saputo evolversi e reinventarsi, sviluppando in modo sempre nuovo lo stile figurativo di partenza. La retrospettiva veneta, visibile fino al 22 novembre 2015, va gustata come se fosse una sorta di “Hall of Fame” dove a guidare il visitatore passo dopo passo non è il pavimento, ma il ricco e colorato muro.

 

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arexons lancia un’applicazione per rispondere a dubbi e curiosità sui prodotti più indicati per la cura e la manutenzione dell’auto.

La monovolume coreana, disponibile anche a sette posti, beneficia di un restyling di metà carriera che porta in dote inedite dotazioni multimediali e di sicurezza. Grazie a un nuovo pack tecnico si riducono i consumi del 1.7 td da 115 cv.

Debutta a Parigi l’edizione limitata a 50 esemplari della serie speciale ispirata al marchio nautico italiano. Alla dotazione full optional e alle finiture ricercate si accompagnano motori a benzina 1.2 aspirato da 69 cv o 0.9 TwinAir turbo da 85 o 105 cv.

Grazie alla partnership con l'azienda di Asolo, l'airbag per motociclisti entra nella collezione BMW Motorrad. Ci sono proposte di vari colori, per uomo e donna.

Gli atleti dello scatto fisso saranno a Milano, il 1 ottobre, per giocarsi la vittoria finale del Red Hook, il criterium più ardito del mondo.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana