Google+

Mostra – A Londra la strana bellezza dei romantici tedeschi

marzo 10, 2014 Mariapia Bruno

Se l’Oxford English Dictionary definisce il termine strano come <<insolito o sorprendente; difficile da spiegare e comprendere>> e la parola bellezza come <<una combinazione di qualità, quali forma, colore o sagoma che appagano il senso estetico, soprattutto la vista>>, la sfida della mostra Strange Beauty: Masters of the German Renaissance (Una strana bellezza: I maestri del Rinascimento Tedesco) è quella di stimolare il nostro libero senso estetico e indagare le percezioni che oggi abbiamo di una serie di opere d’arte che nel corso dei secoli suscitarono reazioni contrastanti. La domanda di partenza è: cosa rende bella un’opera d’arte e come le nostre sensazioni mutano una volta che sono cambiati i tempi e i gusti? Il caso portato avanti dalla retrospettiva aperta fino al prossimo 11 maggio presso la National Gallery di Londra è relativo alle opere di artisti del Rinascimento Tedesco come Hans Holbein il Giovane, Albrecht Dürer, Lucas Cranach il Vecchio ed altri maestri che nel XVI secolo, proprio al culmine della fioritura della loro corrente, furono molto apprezzati per l’espressività,  la qualità e la maestria tecnica.

Ma tra il XIX e il XX secolo qualcosa cambiò e il Rinascimento tedesco venne riconsiderato da diversi punti di vista: da un lato ci fu un apprezzamento per il modo in cui certe composizioni ben incarnavano una sentita identità tedesca, dall’altro una severa critica che definì le opere addirittura esagerate, brutte e imparagonabili a quelle dei pittori del Rinascimento italiano. Tali opinioni ebbero una decisiva influenza sulle collezioni d’arte del Regno Unito e, in particolare, sulla storia della collezione della National Gallery: nel 1854, l’allora Ministro delle Finanze William Gladstone, acquisì un gruppo di 64 dipinti del XV e XVI secolo della Westfalia, la Collezione Krüger, 37 dei quali furono rivenduti appena tre anni dopo in quanto ri-considerati non adatti allo “stato attuale della Galleria”. Fu l’unico caso in cui il museo fece passare un decreto parlamentare per la deaccessione e la vendita dei quadri.

Un vero peccato se si considera che i fiori all’occhiello della retrospettiva londinese sono opere come  The Ambassadors e A Lady with a Squirrel and a Starling di Holbein, A Man holding a Glove di Jan Gossaert e Charity di Lucas Cranach il Vecchio. Ma pezzo forte è anche  la ricostruzione della pala d’altare di Liesborn: l’opera, nata dopo il 1465, formava originariamente la pala d’altare dell’Abbazia Benedettina della cittadina tedesca. Nel 1803, il monastero fu soppresso, la pala smembrata e i pezzi venduti in tutto il mondo (otto dei quali furono acquisiti dalla National Gallery come parte della Collezione Krüger). Non sarà al livello del Polittico dell’Agnello Mistico di Jan van Eyck della Cattedrale di San Bavone di Gand, ma quest’opera, nella sua completezza originaria dopo più di duecento anni, è indubbiamente strana ed estremamente bella.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“Come on, baby, light my fire, try to set the night on fire…” la musica è a tutto volume. L’accendo come un preriscaldamento che inizia a darmi la carica giusta. Questa canzone poi è un must; riesce a entrarmi nelle vene e accompagnare l’adrenalina verso l’alto. Direi che ne ho bisogno, visto che con la […]

L'articolo Prova Garmin Varia UT800, torcia e coraggio proviene da RED Live.

Essere la wagon più venduta in Europa dal 2014 è un primato di cui in Skoda vanno giustamente fieri. Eliminando stereotipi e status e con un pubblico che capisce il vero valore di quello che guida conquistare il successo per il marchio ceco non è stato difficile. Perché la sostanza c’è, ed è una sostanza […]

L'articolo Prova Skoda Octavia Wagon 2017 proviene da RED Live.

Debutto o ritorno? In realtà entrambe le cose perché se Moto Morini ha avuto anche un passato a pedali, la versione a motore rappresenta comunque una novità. Completamente nascosti alla vista, ad assistere la pedalata ci sono un motore da 250 W, una batteria agli ioni di Litio, il meccanismo per la frenata rigenerativa e […]

L'articolo Moto Morini di nuovo a pedali proviene da RED Live.

Il ritornello che riecheggia nel mondo dell’auto parla sempre di guida autonoma e, che ci piaccia o no, è probabile che nel giro di qualche tempo finiremo per cedere il volante e l’intero comando dell’auto alle centraline di bordo. Nel frattempo però ci sarà spazio per la guida assistita, che si manifesta e si manifesterà […]

L'articolo Nissan e-Pedal: l’auto con un solo pedale proviene da RED Live.

COSA: PIAGGIO WI-BIKE, test ride nello splendido scenario del Golfo Aranci   DOVE E QUANDO: Golfo Aranci, Olbia-Tempio, fino al 23 agosto Per chi è in vacanza in Sardegna, precisamente in zona Golfo Aranci, fino al 23 agosto avrà l’opportunità di provare la Piaggio Wi-Bike, un mezzo rispettoso dell’ambiente e polivalente. A ciò si aggiunge […]

L'articolo RED Weekend 20-23 luglio, idee per muoversi proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana