Google+

Mitt Romney e l’America che non si vergogna di pregare

novembre 8, 2012 Pino Suriano

«Prego perché il Presidente Obama abbia successo nel guidare la nostra nazione». Mitt Romney, candidato sconfitto alle presidenziali Usa, è l’eroe del giorno solo per questa frase.

Non ci vuole tanto coraggio, direte voi, per pronunciare un discorso preconfezionato da mesi. Figuratevi, so distinguere tra la spontaneità di un adolescente e la scaltrezza di un politico di lungo corso. So bene che dietro ciascuna di quelle sillabe aleggia lo zampino dei più avveduti spin doctors, ma forse ho raggiunto l’età minima per capire che non sempre la forma è vuota, non sempre la retorica è inutile, non sempre c’è menzogna in ciò che è studiato a tavolino. E le parole, come sempre, hanno un peso.

Fateci caso, Romney avrebbe potuto dire «mi auguro che il Presidente Obama abbia successo», oppure «lavorerò affinché il Presidente Obama abbia successo». Ha detto “pregherò”. Sorprende e suona strano, per noi europei ipermoderni (secondo noi), questo “indiscreto” cenno a Dio, all’idea che davvero possa entrare nella storia e cambiarla accanto a chi ne ha il timone. Parole del genere, qui, suonano da tempo bigotte, irrazionali, medievali. Se ne ha quasi vergogna, in pubblico.

Non nel Nuovo Mondo, dove si impone, finanche nella retorica politica, questo dichiaratissimo bisogno di Lui. Eroe del giorno, allora, è Mitt Romney, perché non si vergogna di dire che prega e che c’è bisogno di Dio. Eroica è con lui tutta l’America (cattolica e protestante), che non si sente tanto evoluta da doverci per forza ridere su. Come fa, invece, l’Europa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.