Google+

Metti un “like” per la scuola paritaria

Cari Presidenti del Consiglio, 

cari Nazareni tutti e due, 

il documento sulla scuola intitolatelo in questo modo: Libertà di educazione. Educazione della libertà. 

La scorsa settimana, su iniziativa di un Preside di Scuola Media Paritaria di Carate Brianza, si è riunito un numero consistente di rappresentanti di Scuole Paritarie del territorio, che hanno concordato un breve intervento da inserire nella consultazione. Questo il testo:

«Oggi le scuole paritarie sono una risorsa per il sistema scolastico italiano, infatti consentono allo Stato un significativo risparmio annuo, spesa che lo stesso Ministero dell’Istruzione non riuscirebbe ad accollarsi nel caso in cui le scuole paritarie dovessero chiudere. Crediamo che un intervento economico a favore delle scuole paritarie si configurerebbe perciò come un sostegno al sistema scolastico italiano. In un’ottica di buon governo, è davvero difficile capire perché, nel documento sulla buona scuola, le scuole paritarie siano semplicemente ignorate».

Proponiamo a tutti di sottoscrivere, ENTRO IL 15 NOVEMBRE 2014, con un “like”.

Di seguito, la procedura da osservare.

  1. Entrare nel sito https://labuonascuola.gov.it, cliccare “login” e registrarsi col proprio nome e cognome, seguendo le indicazioni fornite dal sito.
  2. Aprire una nuova pagina web e digitare https://labuonascuola.gov.it/area/m/6599/ dove compare il testo citato sulla scuola paritaria.
  3. Esprimere il proprio “like” cliccando sul cuore.

 

Caro Rettori delle Università italiane, cattoliche, laiche o statali che siate

Care associazioni scolastiche varie, cattoliche, laiche, popolari, riformiste e affini

Cari sindacati scolastici, cattolici, riformisti, socialisti e affini 

perché non aderite anche voi a questa periferica iniziativa?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

5 Commenti

  1. recarlos79 scrive:

    la paritaria fa risparmiare lo stato perché i genitori degli alunni la devono pagare! l’unico vero bene comune è la completa parità scolastica, ma nemmeno i cattolici la chiedono. continuando col solo buono scuola si mantiene la situazione in cui alcune scuole sovvenzionate dallo stato non sono accessibili a tutti.

    • Giuseppe scrive:

      Infatti, caro Recarlos, l’obiettivo DEVE essere la completa parità scolastica [= vera libertà].
      Bisogna però che cominciamo col primo passo.
      Adesso vado sul sito indicato e mando il mio like.
      Ciao!

  2. Paolo scrive:

    Fatto.
    Effettivamente non si capisce il perchè di tanto ostracismo nei confronti delle paritarie se, conti alla mano, fanno risparmiare allo Stato un barca di soldi.

    • Nocci scrive:

      Allo “Stato” non interessa risparmiare. L’ unico obbiettivo e’ continuare impunemente a indottrinare.

    • recarlos79 scrive:

      fanno risparmiare perché te la devi pagare! ma non tutti hanno il portafoglio adatto. poi caro Giuseppe, se i cattolici non si uniscono almeno per questo singolo scopo (una lobby che difenda le sue ragioni contro tutto il mondo politico),mantenere lo status quo come chiedono gli autori (più formigoni, mauro e lupi)
      è un’ingiustizia.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Estrema tanto nell’aspetto quanto nella meccanica, la concept coreana anticipa la prima sportiva affidata al reparto Hyundai N. Adotta un 2.0 turbo benzina da 380 cv abbinato a un cambio a doppia frizione e alla trazione integrale.

La seconda generazione della SUV tedesca cresce nelle dimensioni e adotta soluzioni hi-tech in ambito sia multimediale sia di sicurezza. Mediamente più leggera di 90 kg, può contare su motori turbo benzina e diesel con potenze da 150 a 286 cv.

La seconda generazione della berlina ibrida plug-in nipponica percorre 100 km con un litro di benzina e sino a 50 km in modalità elettrica complice la ricarica solare al tetto. Confermato il powertrain ibrido da 122 cv. La batteria si ricarica in poco più di 3 ore.

Il design richiama elementi cari sia alle sportive BMW sia alle vetture maggiormente votate all’off road. La concept bavarese anticipa una nuova SUV coupé derivata da X1 che entrerà in produzione nel corso del 2017.

Ecco le nostre proposte per un fine settimana a pedali, a motore ma non solo. Se non sapete cosa fare date un'occhiata, se sapete già cosa fare potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana