Google+

Marco Tullio Cicerone. La politica tra dedizione, dramma e ossessione (una lezione per l’oggi)

gennaio 3, 2013 Pino Suriano

Oggi sarebbe il compleanno di un grande italiano. Il 3 gennaio di tanti anni fa, era il 106 a.C., nasceva Marco Tullio Cicerone. La sua storia e i suoi struggimenti politici (è il caso di dirlo) sono lì a ricordarci che è davvero possibile vivere amando la res publica.

Quest’uomo ha dato tutto per la comunità. Uomo forte, ma uomo. Di giorno a pontificare e denunciare in Senato, di notte a singhiozzare per quel cuore straziato dalla figlia “Tullia” morta di parto giovanissima (a proposito, quanto ci è difficile pensare con tenerezza alla dimensione privata, spesso tragica, di chi si aggira nell’agone pubblico). È rimasta proverbiale la sua “medietà”. Qualcosa da cui imparare: non una sobrietà di stile, una ostentata moderazione o un puro centrismo da scacchiere politico. Fu, il suo, in tentativo di porre il bene pubblico davanti agli interessi (pur legittimi) di parte. E magari, così, aprendo quegli stessi interessi a prospettive più ampie e vantaggiose in rapporto al “tutto e subito” che ogni naturale istintività esige. La sua bussola si chiamò “concordia”. Morì per la politica, ucciso dai sicari di Marco Antonio.

Se ebbe un limite, fu quello di esasperare il desiderio di riconoscimento per i propri sforzi pubblici. Dava tanto, chiedeva che altrettanto gli fosse restituito in termini di stima e successo elettorale. Le cose andarono diversamente, come quando non fu rieletto al Consolato, con sua grandissima sorpresa e delusione. Per lui ci fu tanta solitudine, ma soprattutto grande risentimento e ossessione fino alla comicità: arrivò a comporre da sé quelle opere celebrative che nessuno aveva voluto dedicargli (De consulato suo).

Alla politica serve l’esatto contrario. I politici hanno bisogno di riconsiderare la propria opera come contributo sereno e limitato, non ossessivo ed egocentrico. Abbiamo tutti bisogno di una politica “sdrammatizzata”, in cui sia chiara la premessa più bella della democrazia e di tutta la vita sociale: tutti sono importanti, nessuno è indispensabile. Chi crede di esserlo, in quanto singolo o come gruppo, per me è sempre fuori strada.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.