Google+

Ma Daqin, l’eroico vescovo cinese che ha detto “no” al partito comunista, resterà segregato per due anni

dicembre 11, 2012 Leone Grotti

Il partito comunista cinese ha revocato a Ma Daqin il titolo di vescovo ausiliare della diocesi di Shanghai. La mossa, secondo fonti di Ucan, è stata decisa dalla Conferenza episcopale della Chiesa cattolica cinese (Bcccc), non riconosciuta dal Vaticano. La Bcccc è sotto il controllo della Associazione patriottica, organo fondato da Mao Zedong nel 1958 che ha fra i suoi ideali quello di creare una Chiesa indipendente dalla Santa Sede e dal Papa. Non a caso, Benedetto XVI ha definito l’Associazione patriottica un organo «inconciliabile con la dottrina cattolica».

GESTO EROICO. Qual è la colpa di Ma Daqin? Il 7 luglio il vescovo, benvoluto sia dal Partito comunista cinese che dal Vaticano, appena finita la Messa di ordinazione episcopale ha pubblicamente annunciato che avrebbe lasciato la Associazione patriottica con queste parole: «Con questa ordinazione, io consacro il mio cuore e la mia anima la ministero episcopale e all’evangelizzazione. Voglio dedicarmi ad assistere il vescovo [Jin Luxian, che ha 96 anni, ndr] e per questo ci sono alcune posizioni che mantengo e che risulterebbero sconvenienti. Da oggi in poi, dunque, non sarò più membro dell’Associazione patriottica».

COSTRETTO A RIPOSARE. Per questo motivo il governo cinese l’ha subito prelevato e costretto a «riposare» nel seminario di Sheshan, a qualche chilometro da Shanghai, perché le sue azioni «hanno violato in modo grave il regolamento sull’ordinazione episcopale del Consiglio dei vescovi in Cina». Rinchiuso da quasi sei mesi nel seminario il vescovo, secondo una delle ultime testimonianze da parte di chi l’ha visto, è «dimagrito, pallido», chiuso in «una gabbia dorata, l’hanno isolato quasi completamente».

SEGREGATO PER ALTRI DUE ANNI. Come se non bastasse tenerlo segregato in seminario, ora la diocesi ha deciso di sospenderlo: per due anni non potrà concelebrare Messa, neanche in seminario. Gli è stato anche revocato l’incarico di prete parrocchiale della Our Lady of Lourdes Church di Tangmuqiao. Questo significa, continua una fonte di Ucan, che per i prossimi due anni Ma non potrà apparire in pubblico. La Bcccc, inoltre, dopo il gesto di Ma ha deciso che i futuri vescovi dovranno «giurare fedeltà», anche se non è ancora chiaro a chi o a che cosa.

CON XI LA CINA NON CAMBIA. L’incredibile gesto di coraggio del vescovo Ma è unico nel suo genere, dal momento che prima di lui nessuno in 60 anni si era mai pubblicamente dimesso dall’Associazione patriottica. La repressione del suo gesto coraggioso e la decisione di revocare il suo titolo di vescovo ausiliario conferma quanto anche sotto il nuovo segretario Xi Jinping, il partito comunista cinese resti un aspro nemico della libertà religiosa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

No, decisamente la Volkswagen non poteva restare a guardare. Il segmento delle B-Suv, vale a dire delle sport utility compatte, vive un momento di grande fermento e successo. La Casa tedesca, che sinora aveva nella Tiguan la proposta più “piccola”, doveva correre ai ripari. Ecco dunque avvicinarsi la presentazione ufficiale, prevista in occasione del Salone […]

L'articolo Volkswagen T-Roc: pronta alla battaglia proviene da RED Live.

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana