Google+

Ma al Meeting si tromba?

agosto 23, 2013 Marco Cobianchi

meeting_rimini_2013_hTratto da Italia Oggi, di Marco Cobianchi – Caro direttore, c’è una domanda che aleggia qua a Rimini: «Ma al Meeting si tromba?» Ho provato a chiedere un po’ in giro. Una ragazza mi ha scansato guardandomi come un vecchio porco. Un’altra ha fatto finta di non sentire ed è scomparsa nella mostra su Testori. Alla fine sono sceso a compromessi con una volontaria che vendeva biglietti della lotteria: gliene ho comprati due e lei, in cambio, ha accettato, un po’ stralunata, di rispondere: «Cioè, lei mi chiede se io faccio l’amore»?

Io non so quale sia stato il momento esatto in cui, nel linguaggio comune, l’espressione «fare l’amore» è stata sostituita da «fare sesso». Però ho notato che nelle serie tv americane nessuno mai dice «fare l’amore» ma tutti dicono «fare sesso». Lentamente, questo modo di dire è stato adottato dalle produzioni televisive italiane, poi è passato al cinema, nelle pagine dei giornali, nei libri e perfino nei cartoni animati destinati ai bambini. Piano piano «fare sesso» è diventata l’espressione comune per indicare le technicalities del noto gesto. È un’espressione poco impegnativa perché non ha bisogno di premesse, cioè di un senso. Togliendo il senso, «ieri ho fatto sesso» e «ieri ho fatto jogging» sono diventate due frasi equivalenti: in entrambi i casi si tratta di prestazioni muscolari.

«Fare l’amore» è, invece, la declinazione fisica del sentimento che ci sta prima. Staccando il sentimento (cioè, come dicono qua, l’«io») dall’atto, resta solo il gesto, ma svuotato di significato. È la stessa differenza che passa tra bere vino allo scopo di ubriacarsi e bere vino per festeggiare (questa non è mia, è di Chesterton che qua va alla grande).

Seguimi, direttore. Paul Davies e Josè Ignacio Latorre (in due hanno più lauree in fisica, matematica, cosmologia, astrofisica di quanti capelli hai sulla testa tu) hanno parlato davanti a migliaia di ragazzi (ho detto: migliaia) chiedendosi: «Perché l’universo è cominciato col big bang? Qual era il suo stato di maggior ordine?». Ora, a parte il fatto che dei ragazzi di 20 anni che ascoltano due che non hanno mai sentito nominare, farsi delle domande del genere annienta molti luoghi comuni, ma il punto è che hanno usato proprio la parola «ordine». Sostenere seriamente, nel 2013, che l’universo è «ordinato», tu capisci, è una rivoluzione (altro che Grillo) perché introduce una volontà nella creazione. Tu dirai che sto divagando mentre aspetti la risposta alla domanda iniziale. E invece no, c’entra. Perché se tu stacchi l’ordine (che per sua natura ha un senso) dal Big Bang, allora tutto diventa un caos e nessun gesto ha significato oltre a sé stesso.

Nella vita delle persone è la stessa cosa: se togli la premessa di un gesto, il suo significato, il suo rapporto, addirittura, con le stelle, con l’infinito, con il Big Bang, allora i gesti di tutti i giorni, compreso fare jogging o fare sesso, sono solo delle prestazioni.

Ora, per tornare a noi: io non so se al Meeting si tromba o no. Quello che posso dirti è che qui si conosce la differenza tra amore e sesso. Buon divertimento a tutti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

25 Commenti

  1. marco scrive:

    il punto è che siccome non si tromba il movimento di CL è disumano

    • Dado scrive:

      Bah, conosco un sacco di gente che parla di trombare a tutto spiano, ma, visto che non lo fanno davanti a me, mi rimane sempre il dubbio che le stiano sparando grosse.
      Di una cosa invece sono certo: che di famiglie con più di tre figli qua c’è ne sono a go-go! Marco, maaaaa, la mamma ti ha spiegato come si fanno i bambini? Credi ancora alla cicogna?
      Ma va bene così. Continua pure a cercare il sesso e basta così ti condanni all’autoestinzione che, dopotutto non sarà un gran danno, vista l’incomprensibile costruzione linguistica postata successivamente.
      (Di, ma non sarai mica convinto che per fare un bambino basti una sola trombata eh? Comunque c’è anche il durante e il dopo…… e senza gomma di mezzo, che è meglio.)
      Vieni qui che te lo insegnamo noi vah!

  2. marco scrive:

    non fare l’amore è disumano, tutto il resto sono cazzate, non trovare mai nulla mai un gesto che confermi di essere voluto o amato vuol dire disumanità e qundiil movimento è falso movimento che non da risposte e che non è all’altezza di ciò che promette e che anzi è al contrario di ciò che promette un falso movimento perchè o sei amato o non lo se non esiste l’amicizia e gli amici, gli amici si ma se non sei amato non erano veri amici e sei amato solo se qualcuna ti vuole e se non ti vuole allora non sei amato e dunque infine ci vogliono esperienze se non ci so no allora non si è amati e allora è tutto un flop e falso il meeting il movimento tutto q uanto dicono è falso

  3. Francesco scrive:

    Ma guardate le mostre,gli incontri, e rifletteteci…poi quando arrivate a casa trombate quanto volete

  4. Mappo scrive:

    Questo Marco mi ricorda uno di sinistra che all’università si prese una cotta, ricambiata, per una ciellina della mia facoltà, ma siccome lei non gliela voleva dare prima del momento giusto – il matrimonio – lui la lasciò e poi andò a dire ai quattro venti quanto fossero troie le cielline. Marco non parla di troie, ma parla di disumanità, ma in fondo è la stessa cosa.
    La vecchia storia della volpe e dell’uva.
    Sia che si tratti di trombate mancate sia che si tratti di mancate comprensioni del reale.

    • andrea scrive:

      si tromba, si tromba, ed anche in “tenera” età.

      Quando lavoravo negli alberghi le ragazze ai piani ogni tanto si lamantavano dei preservativi che trovavano sotto i letti o nei cestini.

      Naturalmente succedeva con i ragazzi di GS (studenti superiori), quelli del CLU (universitari) o della fraternità lo facevano lo stesso ma almeno i “rifiuti speciali” li smaltivano correttamente.

      Non dico che l’astinenza sia disumana e impossibile, ma su queste cose ci si confidava fra amici ed alla fine della fiera saltva fuori che con le morose ci andavamo a letto praticamente tutti quanti.

      Il fatto è che una volta ci si sposava a 18, 20 anni. Se sei studente universitario e aspetti laurea e lavoro prima di sposarti rimani fidanzato magari per tre quattro anni prima del matrimonio.

      Non è naturale, non è ciò di cui siamo fatti, non corrisponde al nostro cuore, non è comprensioni del reale IMPORSI di non amare anche con il corpo per così tanto tempo.

      • Gi_Gi scrive:

        bravo Andrea diglelo tu, perchè se gle lo dico io nn ci credono, che al meeting si tromba alla grande, alla faccia della verginità prima del matrimoni, questo ti fa capire quanto siano bigotti, prima fanno scuola di comunità e fanno i perfettini poi la notte trombano peggio dei conigli.

        P.S
        Il fatto che una volontaria di CL che vendeva i biglietti si è resa disponibile a trattare argomenti strettamente personali, dopo l’acquisto dei biglietti della lotteria, è la prova lampante di come i giovani che crescono in CL sia preposti alla PROSTITUZIONE mentale……

        • Edo scrive:

          Ma fatti una vitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!

        • andrea scrive:

          sono meno bigotti e perfettini di quanto tu creda, non c’è nessuna prostituzione mentale e non si va al meeting “per trombare” (ma se succede nessuno si piange adosso).

          Considera che il Meeting si regge in piedi grazie a volontari che devono sostenere anche le spese personali (vitto e se non ricordo male anche alloggio) per la settimana lavorativa passata a Rimini.

          Per un ragazzo/a può essere una occasione favolosa per conoscere coetanei provenienti da tutto il mondo, senza contare il valore educativo dell’esperienza lavorativa. Prepararsi per esporre una mostra e abituarsi a parlare in pubblico non è così semplice. Ai miei figli è una esperienza che consigliere senza ombra di dubbio.

          Il mio intervento non voleva essre denigratorio, ho solo detto quello che IN REALTA’ succede su uno specifico argomento.

          In ogni modo, verginità o no, c’è una educazione all’affettività (meglio: viene proposta un modello di affettività, un modo di relazionarsi fra uomo e donna) che ha un suo valore e questo valore viene messo in evidenza nell’articolo.

          Se poi non si arriva vergini al matrimonio, cosa che avviene nel 99,99% dei casi, la cosa non mi sconvolge e ti assicuro non sconvolge nemmeno i ciellini stessi.

          L’importante è come “guardi” tua moglie, la tua donna e se in quello sguardo c’è la consapevolezza che c’è qualcosa di più grande della coppia stessa che li accompagna nel cammino del matrimonio.
          E’ la visione cristiana del matrimonio: è una unione sacramentale.

          Quello che invece non capisco nei commenti in genere è la tendenza a “sminuire” i rapporti di coppia che non accolgono il sacramento del matrimonio.

          Per quei casi non si fa l’amore: si fa ginnastica, reciproca automasturbazione, autoestinzione (in italia il 34% dei figli nascono da coppie non sposate, tanto per sgombrare il campo dalle cazzate), egoismo e altri giudizi sommari che risparmio.

          In questo sì c’è bigotteria, e pure a iosa.

          Ma ti posso assicurare che è la bigotteria di pochi ciellini cattobalebani: le persone che frequento e che ancora sono nel movimento hanno i loro convincimenti si, ma non si sognano di dare giudizi bacchettoni a destra e manca come vecchie pettegole su come gli altri gestiscono le loro relazioni o la loro sessualità e le scelte dei loro amici, anche se non le condividono, le rispettano.

          • andrea scrive:

            aggiungo solo che fra i giornalisti della redzione di Tempi la percentuale di cattotalebani si impenna vorticosamente.

            • giovanna scrive:

              Certo Andrea che i giornalisti di novella 2000 ti piacerebbero di più , sei un pettegolo da far paura !
              Comunque constato ogni volta di più come uno possa stare dentro al movimento e non capirne un beneamato tubo, così come della Chiesa, strafregandosene della morale cristiana, chiamandola bigotta, attribuendo anche agli altri la propria meschina visione del rapporto affettivo o ti devo chiedere il permesso per considerarla meschina, non adeguata alla grandezza dell’ uomo e della donna, come ci insegna la Chiesa da duemila anni ?
              No, caro Andrea, non ritrovo la mia esperienza, né quella dei miei amici, nei tuoi pettegolezzi, non tanto perché non si sbagli, capirai, bella scoperta, ma perché non tutti volgarizzano così l’esperienza dell’amore.

              • andrea scrive:

                ecco, appunto.

                Un’altra che pensa che lei e suo marito fanno l’amore e gli altri scopano.

                Un’altra che pensa di far la cosa giusta quando gli altri hanno solo “propria meschina visione del rapporto affettivo”

                Un’altra cattotalebana.

                • giovanna scrive:

                  Andrea, se tu sei contento così, ma chi ti viene a dire niente, al contrario di te che ne hai per tutti (dai un’immagine del tuo giro d’amicizie veramente squallida , tutti a pettegolare, te per primo ) ,però far passare la posizione millenaria della Chiesa in questa materia come una fissazione di pochi bigotti è scorretto, vuol dire buttare nel cesso le storie di santità di duemila anni, i frutti che hanno dato e continuano a dare.
                  Poi, io sono per la libertà di meschinità, che vuol dire piccineria, vuol dire ridurre il desiderio dell’uomo che è infinito, vuol dire abbassare gli altri al proprio livello, quando non si ha nemmeno più la speranza di cose grandi.
                  Personalmente sono piccina piccina, ma cerco di guardare in alto, la Chiesa mi invita a guardare in alto, e quando accade sono più contenta.
                  Altre volte mi crogiolo nella mia incapacità di seguire l’ideale, pensando che dipenda totalmente da me e conosco anche la tentazione di sminuire chi vive pienamente Gesù nella Chiesa, ma sono le volte in cui sono più triste, alla fine non ne ricavo alcuna soddisfazione.
                  Scusa Andrea, se ti ho preso sul serio, magari a te non te ne può fregare di meno, anzi senza magari.

                  • andrea scrive:

                    continui a non voler capire.

                    Rispetto la posizione della Chiesa perchè ha una sua logica e nei corsi prematrimoniali la spiegano benissimo (almeno a me l’hanno spiegato bene). Dico solo che si dura fatica, la si sente innaturale la castità fino al matrimonio specie se ti sposi a 25/30 anni dopo 5/6 di fidanzamento.

                    Sfido chiunque a dire il contrario.

                    Non rispetto invece i giornalisti intellettalmente cialtroni e i cattotalebani che, nella sostanza, puntano il ditino e ti dicono che nell’intimità non ami tua moglie, non ami la tua compagna, ci fai jogging sessuale.

                    Fa venire il torcibudella perchè puzza lontano un miglio di “superiorità morale” e “ti spiego io come funziona la vita”. Poi la vita, puntualmente, è una cosa ben più complessa. Se apri gli occhi e sei onesta vedi in giro molte coppie, splendide coppie affiatate che è chiaro che si vogliono bene. Coppie che in chiesa ci entrano solo per matrimoni e funerali (degli altri).

                    Un minimo di modestia e rispetto, un minimo di evitar i soliti giudizi da ciellino invasato evitano discorsi “moraleggianti”.

                    Discorsi, anzi puttanate sentite mille volte anche da un responsabile, tutto diaconia e assemblea responsabili: oggi è divorziato e con la nuova compagna è il ritratto della felicità.

                    Capito ora?

                • giovanna scrive:

                  ah, scusa Andrea, non avevo capito che avevi lasciato il movimento , ora si spiega tutto..fiuhhh !

          • NonnoNanni scrive:

            Andrea io ti parlo da Ex (e me ne felicito ogni giorno) Ciellino sono stato in CL per + o – 6/7anni, Forse i ciellini che conosci te, sono come ero io quando ero uno di loro, hanno la loro idea ma nn si impongono sugli altri li rispettano, ti posso assicurare che è la minoranza risicatissima dei CL, gli stessi preti CL predicano con assoluta superbia, credendo di brandire la verità in mano, questa cosa viene trasmessa in toto ai ragazzi che ci crescono assieme; il risultato sono ragazzi 20enni che con spocchiosità al quanto fastidiosa,credono di aver capito tutto dalla vita, quando in realtà come ogni coetaneo, han capito poco o un c…o.

            Per quanto rigurada l’affettività tra uomo e donna; credo che ogni persona con un minimo di sensibilità e coscienza vede nel partner qualcosa che va oltre un corpo per farci sesso; non occorre crescere in CL per vederlo.

            Quello che in modo assoluto impari bene in CL è spegnere il cervello e fare come ti vien detto dall’alto, se qualcuno poi ti chiede perchè lo fai la risposta preconfezionata è “se me lo chiede il movimento è per il mio bene”. Non ti dico di nn far entrare i tuoi figli in CL perchè nel bene o nel mane rimane comunque un’esperienza, ma una cosa devi dirgli di nn smettere mai di fare, ragionare sempre con la loro di testa, se seguiranno questa semplice regola vedrai che la compagnia ci mettera men che nn si dica ad allontanarli dal gruppo.

          • rtrt scrive:

            Per quanto rigurada l’affettività tra uomo e donna; credo che ogni persona con un minimo di sensibilità e coscienza vede nel partner qualcosa che va oltre un corpo per farci sesso; non occorre crescere in CL per vederlo.

            Quello che in modo assoluto impari bene in CL è spegnere il cervello e fare come ti vien detto dall’alto, se qualcuno poi ti chiede perchè lo fai la risposta preconfezionata è “se me lo chiede il movimento è per il mio bene”. Non ti dico di nn far entrare i tuoi figli in CL perchè nel bene o nel mane rimane comunque un’esperienza, ma una cosa devi dirgli di nn smettere mai di fare, ragionare sempre con la loro di testa, se seguiranno questa semplice regola vedrai che la compagnia ci mettera men che nn si dica ad allontanarli dal gruppo.

            Leggi di Più: Sesso o amore. Al Meeting di cl si tromba? | Tempi.it
            Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook
            Per quanto rigurada l’affettività tra uomo e donna; credo che ogni persona con un minimo di sensibilità e coscienza vede nel partner qualcosa che va oltre un corpo per farci sesso; non occorre crescere in CL per vederlo.

            Quello che in modo assoluto impari bene in CL è spegnere il cervello e fare come ti vien detto dall’alto, se qualcuno poi ti chiede perchè lo fai la risposta preconfezionata è “se me lo chiede il movimento è per il mio bene”. Non ti dico di nn far entrare i tuoi figli in CL perchè nel bene o nel mane rimane comunque un’esperienza, ma una cosa devi dirgli di nn smettere mai di fare, ragionare sempre con la loro di testa, se seguiranno questa semplice regola vedrai che la compagnia ci mettera men che nn si dica ad allontanarli dal gruppo.

            Leggi di Più: Sesso o amore. Al Meeting di cl si tromba? | Tempi.it
            Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook
            Per quanto rigurada l’affettività tra uomo e donna; credo che ogni persona con un minimo di sensibilità e coscienza vede nel partner qualcosa che va oltre un corpo per farci sesso; non occorre crescere in CL per vederlo.

            Quello che in modo assoluto impari bene in CL è spegnere il cervello e fare come ti vien detto dall’alto, se qualcuno poi ti chiede perchè lo fai la risposta preconfezionata è “se me lo chiede il movimento è per il mio bene”. Non ti dico di nn far entrare i tuoi figli in CL perchè nel bene o nel mane rimane comunque un’esperienza, ma una cosa devi dirgli di nn smettere mai di fare, ragionare sempre con la loro di testa, se seguiranno questa semplice regola vedrai che la compagnia ci mettera men che nn si dica ad allontanarli dal gruppo.

            Leggi di Più: Sesso o amore. Al Meeting di cl si tromba? | Tempi.it
            Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook
            Per quanto rigurada l’affettività tra uomo e donna; credo che ogni persona con un minimo di sensibilità e coscienza vede nel partner qualcosa che va oltre un corpo per farci sesso; non occorre crescere in CL per vederlo.

            Quello che in modo assoluto impari bene in CL è spegnere il cervello e fare come ti vien detto dall’alto, se qualcuno poi ti chiede perchè lo fai la risposta preconfezionata è “se me lo chiede il movimento è per il mio bene”. Non ti dico di nn far entrare i tuoi figli in CL perchè nel bene o nel mane rimane comunque un’esperienza, ma una cosa devi dirgli di nn smettere mai di fare, ragionare sempre con la loro di testa, se seguiranno questa semplice regola vedrai che la compagnia ci mettera men che nn si dica ad allontanarli dal gruppo.

            Leggi di Più: Sesso o amore. Al Meeting di cl si tromba? | Tempi.it
            Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook
            Per quanto rigurada l’affettività tra uomo e donna; credo che ogni persona con un minimo di sensibilità e coscienza vede nel partner qualcosa che va oltre un corpo per farci sesso; non occorre crescere in CL per vederlo.

            Quello che in modo assoluto impari bene in CL è spegnere il cervello e fare come ti vien detto dall’alto, se qualcuno poi ti chiede perchè lo fai la risposta preconfezionata è “se me lo chiede il movimento è per il mio bene”. Non ti dico di nn far entrare i tuoi figli in CL perchè nel bene o nel mane rimane comunque un’esperienza, ma una cosa devi dirgli di nn smettere mai di fare, ragionare sempre con la loro di testa, se seguiranno questa semplice regola vedrai che la compagnia ci mettera men che nn si dica ad allontanarli dal gruppo.

            Leggi di Più: Sesso o amore. Al Meeting di cl si tromba? | Tempi.it
            Follow us: @Tempi_it on Twitter | tempi.it on Facebook

  5. Edo scrive:

    Articolo magistrale, grazie!
    W il Meeting!

  6. Michele scrive:

    In effetti l’articolo – pur dicendo cose interessanti e vere sulla differenza tra fare sesso e fare l’amore – non conclude nulla e non risponde alla domanda che si pone nel titolo. Quindi ad onore del vero dovrebbe cambiare il titolo (e l’articolo non avrebbe che il 5% delle visite che ha avuto) o dovrebbe per correttezza darci una risposta: i ragazzi di CL dopo il meeting, dopo le conferenze, i balli, la lotteria, le birrette e le coca cola in serata… fanno o non fanno l’AMORE? (Intendiamo prima del matrimonio, perchè dopo lo fanno tutti, prima invece moltissimi, quasi tutti). La ragazza, poi, non ha risposto che con un’altra domanda… E fu così che l’articolo inizia carpendo l’attenzione, ti stordisce un po con alcune riflessioni, senza neanche dirti poi com’è finita la storia di scambi e compromessi tra il giornalista e la piccola fiammiferaia!

    • giovanna scrive:

      Caro Michele, hai sbagliato giornale, magari la prossima volta vai sul sito di novella duemila, avrai le fondamentali e imprescindibili informazioni che cerchi ! La parola pudore ti dice qualcosa ?
      Ma possibile che sia così difficile capire questo articolo , ma come siete messi ? :-)

  7. ppppp scrive:

    Andrea io ti parlo da Ex (e me ne felicito ogni giorno) Ciellino sono stato in CL per + o – 6/7anni, Forse i ciellini che conosci te, sono come ero io quando ero uno di loro, hanno la loro idea ma nn si impongono sugli altri li rispettano, ti posso assicurare che è la minoranza risicatissima dei CL, gli stessi preti CL predicano con assoluta superbia, credendo di brandire la verità in mano, questa cosa viene trasmessa in toto ai ragazzi che ci crescono assieme; il risultato sono ragazzi 20enni che con spocchiosità al quanto fastidiosa,credono di aver capito tutto dalla vita, quando in realtà come ogni coetaneo, han capito poco o un c…o.

    Per quanto rigurada l’affettività tra uomo e donna; credo che ogni persona con un minimo di sensibilità e coscienza vede nel partner qualcosa che va oltre un corpo per farci sesso; non occorre crescere in CL per vederlo.

    Quello che in modo assoluto impari bene in CL è spegnere il cervello e fare come ti vien detto dall’alto, se qualcuno poi ti chiede perchè lo fai la risposta preconfezionata è “se me lo chiede il movimento è per il mio bene”. Non ti dico di nn far entrare i tuoi figli in CL perchè nel bene o nel mane rimane comunque un’esperienza, ma una cosa devi dirgli di nn smettere mai di fare, ragionare sempre con la loro di testa, se seguiranno questa semplice regola vedrai che la compagnia ci mettera men che nn si dica ad allontanarli dal gruppo

  8. fg scrive:

    cass, scrivi di sesso e fioccano i commenti… per me l’unica grande trombata al Meeteng l’ha fatta il suo gotha con quel comunicato stampa finale che inneggiava a Napolitano e Schultz (don Gius è roba intima, siamo alla scelta religiosa?) e un po’ di giorni prima ha lasciato solo soletto l’ottimo Amicone contro la legge Scalfarotto, ignobile tentativo di reintrodurre il reato di opinione in Italia.
    anzi Emilia Guarnieri e Sandro Ricci hanno dato la penna a Sermolli per dire che il Meeting accoglie tutti e non si preoccupa di raccogliere adesioni all’appello contro la legge sull’omofobia, una banalità idiota, di quelle che servono a coprire l’imbarazzo e l’incapacità di affermare il vero.
    Il Meeting che conoscevo io, quello che mi ha fatto lavorare e vivere e affascinare al bello fin dal 1980 (ero un ragazzo e quella piccolissima e grande cosa mi affascinò e coinvolse) è sulla via del tramonto, forse è già morto.
    Paradossalmente mentre la racconta di firme era opera solo del sedizioso Tempi mio figlio acquistava una maglietta con il logo di una famiglia, intenzionata a metterla quando tornerà a scuola, con il rischio di venir additato come omofobo in virtù della legge che il Parlamento si appresta a ratificare.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

La Casa svedese torna a proporre una wagon di grandi dimensioni (4,96 metri). Al design ricercato e ai sistemi di sicurezza d’ultima generazione si affiancano moderni quadricilindrici sovralimentati a benzina e gasolio. La guida è un’esperienza sensoriale fatta di lusso e sostanza.

L'Honda X-ADV potrebbe diventare capostipite di un nuovo genere: quello degli scooter medi con vocazione da giramondo. Nelle piccole cilindrate, però, il matrimonio tra scudo e tassello funziona già da molto tempo, come insegna il Booster

La piccola di Russelsheim debutta al Salone di Parigi in una nuova versione che strizza l'occhio al mondo dei Suv. Ha un assetto rialzato di 18 mm e un look fuoristradistico

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana