Google+

L’uomo che vedeva ciò che non c’era. Cinquanta anni fa moriva Enrico Mattei

ottobre 27, 2012 Pino Suriano

L’Eroe del giorno non deve essere quasi mai quello che tutti si aspettano. Oggi però mi voglio accodare, mi devo accodare.

Allora, immaginate con me. Un giorno il proprietario di un terreno chiama un ruspista e dice: “Devo demolire il terreno, le colture non sono produttive e mi costa troppo mantenerlo”. Il ruspista si reca subito sul posto per abbattere, è tutto pronto. A un certo punto, però, si ferma, osserva: pochi ulivi e limoni, alberi apparentemente sterili, abbandonati, eppure bellissimi. Poi tanto spazio senza colture, non sfruttato. Lui guarda, studia il contesto: un bel sole caldo e un corso d’acqua lì vicino. Gli altri vedono ostacoli, lui risorse.

E allora immagina un campo, verde, grande, rigoglioso. Vede alberi che spuntano da ogni parte. Vede (e perché no?) anche tanti soldi. Tutto questo non c’è, ma lui lo vede. E allora chiama il proprietario. “Ma davvero devo abbattere?”. “Subito” gli viene risposto. Così tutto triste torna sul campo per agire, ma non ne ha la forza: ciò che immagina è più vero e concreto di ciò che vede. E allora compra il terreno, lo trasforma, velocizza la burocrazia, fa mille giri e capovolte. Nel giro di poco quegli alberi tornano a crescere e a produrre, i suoi frutti sono richiesti sul mercato, quel terreno diventa il prato verde e rigoglioso che aveva immaginato. Diventa, in fondo, ciò che era già.

Quel ruspista è come Enrico Mattei, che moriva il 27 ottobre di cinquant’anni fa. Un Visionario, capace di vedere quel che ancora non c’era in virtù di quel che c’era già. Capace perché voglioso. Gli avevano dato il compito di liquidare un’Azienda di Stato al collasso (l’Agip), lui vide quello che non si vedeva: un potenziale energetico e risorse immense. Velocizzò, viaggiò, rischiò. Fece l’Eni, fece più grande l’Italia.

Non smettiamo di immaginare. E pensiamo… “se solo oggi si ricominciasse da qui, dal guardare tutto come risorsa e non come rifiuto da demolire, ostacolo da rimuovere”. Che fioritura, quanti frutti. Immaginiamo che fa bene. Alla salute, all’Italia e al mondo intero.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.